Home » APPROFONDIMENTI » Video con il drone, tutte le novità
Droni

Video con il drone, tutte le novità

I droni sono letteralmente decollati negli ultimi anni. Ma quando si tratta di comprarne uno, c’è molto da considerare. Prima di tutto, dovrai decidere quali sono i tuoi bisogni primari. Sei appena all’inizio e stai cercando un modello per principianti? Vuoi solo un tech gadget economico con cui giocare? O vuoi usarlo per scattare foto aeree e video ad un livello più professionale? 

Droni: utilizzi e tecnologie

La crescente consapevolezza da parte delle aziende e dei singoli dei vantaggi di possedere e far funzionare i droni si incrementa con il progresso della loro tecnologia. Già, molte aziende hanno iniziato a utilizzare i droni nelle loro operazioni. Ad esempio, un progetto di ricerca di Microsoft chiamato Project Premonition prevede di utilizzare i droni per identificare nuove malattie in natura in modo che possano essere affrontate prima che diventino una minaccia per la vita e le proprietà umane. Questi droni sono stati schierati su Houston per individuare il flusso atteso del virus delle zanzare portatrici di Zika. In un altro esempio, Amazon e UPS stanno prendendo in considerazione l’implementazione di droni per fornire prodotti in aree lontane e remote. Infatti, Amazon sta già testando i suoi servizi di droni in grado di consegnare un oggetto entro un periodo di 30 minuti. I droni vengono anche usati sporadicamente nella gestione dei magazzini, ma è probabile che tutto questo aumenti man mano che le aziende troveranno più usi per i droni.

La realtà aumentata (AR) e la realtà virtuale (VR) fanno passi da gigante, e sono sempre di più i giochi, le app e i prodotti aziendali basati su queste tecnologie.

Sfruttando queste tecnologie, un drone può essere inviato in un cantiere per ottenere un tour virtuale del suo progresso e queste immagini possono essere confrontate con l’immagine 3D generata dal software CAD. La differenza tra le due immagini può dare agli architetti e agli ingegneri un’idea dei possibili problemi, in modo che possano correggerli anche prima che la costruzione sia completata. In questo modo, tutti risparmiano tempo e risorse. In un altro esempio, i droni dotati di occhiali AR possono dare ai tecnici di soccorso per le situazioni critiche l’accesso visivo tanto necessario delle aree remote, in modo che possano pianificare al meglio gli interventi durante un disastro naturale o provocato dall’uomo.

Droni: come sceglierli 

Oramai le riprese aeree per mezzo dei droni sono, almeno a livello basico, accessibili a tutti. I droni hanno un prezzo che varia dalle poche centinaia di euro fino ad alcune migliaia, ma è meglio classificarli in base al numero di eliche di cui sono dotati. Un drone con quattro eliche è detto quadricottero, l’esacottero avrà sei eliche mentre l’optacottero  otto. Più eliche ci sono più il drone diventa stabile, con la garanzia di una ripresa aerea di migliore qualità. Per un uso professionale quindi sarà preferibile utilizzare un esacottero piuttosto che un quadricottero, poiché sarà capace di realizzare riprese aeree con videocamere di maggior qualità, che spesso corrispondono a un maggior peso. Qualità della videocamera, durata della batteria, stabilità nella ripresa, maggiore velocità, maggiore autonomia, una valida capacità di evitare gli ostacoli, sono solo alcune delle caratteristiche che caratterizzano un drone per le riprese aeree di altissimo livello.

Il raggio d’azione di un drone per riprese aeree si avvicina al chilometro, con un’altitudine massima fissata a 150 metri da regolamento ENAC. La media di un volo è della durata circa di 10/15 minuti, prolungabile, con alcuni accorgimenti, a 25/28 minuti.