La ventilazione del case è forse una delle cose più importanti che bisogna considerare quando ci si appresta ad assemblare un PC in quanto, se fosse gestita in maniera errata, si potrebbe incorrere in surriscaldamenti oppure, nei casi più estremi, allo spegnimento del PC.

Oggi noi di QWERTYmag.it abbiamo deciso di spiegarvi come gestire l’airflow e quali ventole scegliere per avere un sistema fresco anche in estate.

Partiamo dal principio, una prerogativa per una buona ventilazione è aver effettuato un cable management con i controfiocchi, quindi armatevi di pazienza e, se non lo avete ancora fatto, fate passare tutti i cavi di collegamento tra mobo e alimentatore attraverso gli appositi fori nel case in maniera da avere tutti i cavi concentrati nella paratia laterale. Questa operazione è ESSENZIALE in quanto, qualora spendessimo dei soldi per acquistare ventole di alto livello, potremmo ritrovarci con i flussi deviati dai cavi posti disordinatamente davganti ai condotti.

6-1

Ora, una volta riordinato il case, il consiglio è di pulirlo. La polvere infatti è il nemico numero uno del vostro computer, in particolare dei dissipatori, perchè dopo poco tempo la polvere si anniderà tra le lamelle impedendo all’aria di circolare come dovrebbe. Per la pulizia del case è consigliato l’utilizzo di un compressore ad aria moderando il getto in maniera da evitare danni indesiderati, se invece non ne avete a disposizione uno il lavoro sarà molto molto più lungo e dovrete armarvi di un pennellino per eliminare la polvere da ogni pertugio. L’ideale sarebbe di compiere questa operazione almeno una volta ogni 1/2 mesi e di munirsi di appositi filtri da porre davanti alle ventole.

Non aspettate di arrivare in questa situazione per decidervi a fare qualcosa…è fortemente sconsigliato.

polvere

Ok, ora siamo già a buon punto, quello che ci serve ancora sapere è che l’aria calda tende a salire a causa di misteriose forze fisiche che imperversano sul nostro pianeta, quindi evitiamo di forzare i flussi con ventole montate erroneamente. Un altra cosa molto importante è che bisogna bilanciare i flussi d’aria nel case, ovvero è inutile installare 5 ventole in Push senza averne altrettante in pull per smaltire il calore, una tecnica di questo tipo andrebbe a generare un accumulo di aria calda nel case che lo renderebbe perfetto come forno da cucina.

Ora la domanda sorgerà spontanea, Come gestire correttamente il flusso d’aria nel proprio case?

Prima di tutto bisogna verificare quante ventole è possibile montare nel proprio case, l’ideale sarebbe 2 frontali che spingono l’aria all’interno del case, 2 sulla parte superiore che la scaricano fuori insieme a quella posta sulla parte posteriore, 1 sulla parte inferiore per instradare l’aria calda verso l’alto e ventilare bene la VGA e, infine, 1 sul pannello laterale in exhaust per espellere l’aria accumulata. Per scegliere le ventole da installare bisogna tenere conto di diversi fattori tra cui la propria tolleranza al rumore, la quantità di aria che si intende far circolare e se alcune ventole andranno montate o meno su radiatori per la dissipazione a liquido.

Prendiamo dunque d’esempio le caratteristiche delle corsair AF120 Performance Edition

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

il valore che interessa a noi, qualora NON fossero installate su radiatori, è l’airflow che in questo caso è di 63,47 CFM a cui aggiungeremo un margine di +- 10% di sicurezza. Nel nostro sistema ideale porremo 2 ventole sulla parte frontale, 2 sulla parte superiore, una posteriore e una sulla parte inferiore. Per il pannello laterale invece è consigliabile installare una ventola Aerocool Shark da 14 cm con un CFM di ben 96,5 in maniera da creare una depressione all’interno del case che permetterà di estrarre molta aria e molto in fretta non dando il tempo a quest’ultima di riscaldarsi.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Diversa è la questione nel caso si vadano ad installare ventole su radiatori posti sull’alloggio ventola. Qui, quello che dovremmo guardare, è la pressione statica, ovvero la forza esercitata dalla massa d’aria spostata dalla ventola che viene misurata in mmH2O. Siccome i radiatori sono posti quasi sempre in spazi riservati alle nostre amate Fans, quello di cui avremo bisogno sono ventole con un elevata pressione statica ed elevato airflow e una scelta azzeccata sono le SP120 High performance che combinano un CFM di 62,74 e una pressione statica di ben 3,1 mmH2O. Da notare come queste ventole, a differenza delle AF abbiano delle pale molto più larghe, questo per indirizzare meglio l’aria attraverso tutte le alette ed avere un potere di dissipazione più alto, inutile dire che sono studiate appositamente per essere poste su radiatori o dissipatori a torre e un utilizzo in altri ambiti è sconsigliato.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dunque siamo riusciti a creare un sistema di ventilazione abbastanza perfetto ma il mercato è colmo di ventole di ogni tipo, a led, colorate, dotate di guaine fonoassorbenti ma anche più performanti di quelle che vi ho illustrato qui di sopra che a mio avviso sono comunque ottimi prodotti per il rapporto qualità prezzo.

Ora che siete pronti per dare una botta d’aria al vostro pc, che ventole sceglierete ?

 

Enjoy

 

LASCIA UN COMMENTO