L’ASA, Advertising Standards Authority, ha confermato proprio ieri di aver fatto partire un indagine riguardante No Man’s Sky per scoprire se nella pagina relativa di Steam le descrizioni del prodotto rispecchiano veramente il prodotto stesso. Si pensa infatti che le immagini e i video sulla pagina del negozio Steam non siano fedeli al gioco finale, e l’agenzia per gli standard pubblicitari inglese per identificare meglio il problema ha fatto partire la procedura standard. Se tali immagini pubblicitari venissero riconosciute ingannevoli, l’ASA può chiedere la rimozione completa dei contenuti contestati e nel caso l’ordine non venisse rispettato anche imporre sanzioni molto importanti.

L’indagine è già cominciata e l’agenzia si rifiuta di commentare, ma tramite fughe di notizie interne, si è potuto scoprire che l’indagine riguarda appunto la pagina Steam e che l’ASA ha già contattato Valve e Hello Games per eventuali chiarimenti.

L’indagine potrebbe allargarsi alle pubblicità presenti su ogni piattaforma, come YouTube e PlayStation Store, e se nel caso si dovesse confermare l’ipotesi di pubblicità ingannevole, si metterebbe molto male per Hello Games che si vedrebbe obbligata a ritirare tutto il materiale pubblicitario rendendo quindi la vita di No Man’s Sky molto più dura del previsto.

Ricordiamo infatti che il titolo di Hello Games ha generato moltissime lamentele dalle false affermazioni del leader del progetto, Sean Murray, che ha spesso promesso features che puntualmente non sono arrivate nel disco di installazione (e neanche nelle patch successive). Sony stessa si è presa qualche distanza dallo studio indie, ammettendo l’errore nella campagna pubblicitaria forse un po’ troppo ottimista.

E voi avete provato No Man’s Sky? Ritenete che il materiale pubblicitario rispetti a pieno le qualità del prodotto o che siano in qualche modo esagerate? Dite la vostra qua sotto, noi intanto vi terremo aggiornati.

LASCIA UN COMMENTO