Screen Shot 2013-12-12 at 7.07.57 AM

NVIDIA-G-SYNCG-Sync è una tecnologia progettata da nVidia per evitare gli artefatti da tearing, e al tempo stesso evitare lo stuttering e i cali di framerate causati dal vsync in situazioni non ottimali. L’idea è semplice: variare la frequenza dello schermo in base agli FPS del gioco. Se ad esempio si ha uno schermo a 60Hz e il gioco fa 59 FPS il vsync lo limiterebbe a 30 FPS (il sottomultiplo più vicino); senza vsync si avrebbero artefatti da tearing, mentre con G-Sync lo schermo si adatta a 59Hz.

amd-freesync-technology

AMD come risposta ha presentato FreeSync, un’implementazione dello standard Adaptive Sync di VESA per DisplayPort 1.2. Finora purtroppo non si è vista in azione.

gsync-module

La differenza tra le due tecnologie è che la prima richiede uno schermo apposito, progettato per G-Sync, mentre la seconda va su qualsiasi schermo con DisplayPort 1.2. O almeno così credevamo fino a quando un appassionato ha scoperto che le due tecnologie sono esattamente identiche, e che il modulo G-Sync di nVidia non è altro che DRM hardware che il driver video controlla prima di attivare l’Adaptive Sync!

Il nostro eroe però non si è limitato a scrivere della cosa: ha modificato il driver video delle schede GTX 600-900 per sbloccare G-Sync su praticamente qualsiasi schermo DisplayPort 1.2 o superiore! Il driver modificato è disponibile a questo indirizzo. E si, funziona!

In questo video potete vedere G-Sync in azione su un comune display da PC portatile.

Insomma: siamo forse davanti ad un altro polverone come quello del bug della memoria delle GTX970 o si tratta dell’abile mossa di un qualcuno che vuole gettare fango su nVidia?

Aggiornamento: sebbene il driver modificato riconosca il mio monitor come compatibile con G-Sync, in gioco è evidente che il monitor droppi dei fotogrammi, creando stuttering. Forse è sfortunato il mio schermo, o forse è tutta una bufala.

LASCIA UN COMMENTO