Un insider di AMD, Junji Hayashi, ha rivelato al PC Cluster Consortium di Osaka la roadmap dei prossimi 5 anni per quanto riguarda il mercato CPU e GPU.

L’evento si è concentrato sulla parte grafica, annunciando molte soluzioni discrete di GPU e APU. Ci sono stati anche dei cenni al prossimo ARM K12 e alle nuove CPU x86, nome con codice Zen. Queste unità andranno a lavorare insieme in un unico chip prodotto con tecnologia 14nm, grazie alla piattaforma che le farà lavorare assieme, nome in codice SkyBridge.

005l

AMD ha anche parlato di “molti thread” sul futuro K12, accennando al fatto che avranno una tecnologia di Multi-Threading Simultaneo (SMT) a differenza della Clustered Multi-Thread (CMT) che possiamo vedere implementata nei Bulldozer.

Hayashi ha mostrato inoltre la roadmap per le GPU equipaggiate sulle APU. La compagnia sta aggiornando le APU con una cadenza biennale, e sembra che continuerà a farlo per i prodotti futuri. La roadmap inoltre includeva la volontà di AMD di introdurre una nuova APU dedicata alle performance, con un TDP di ben 200/300W e una potenza grafica molto simile a quella delle schede video dedicate.

006l

Un prossimo aggiornamento delle APU a quanto pare non è nei programmi di AMD, dato che l’attuale tecnologia per le memorie ne limita la potenza. L’azienda ha in programma di aggiornare le proprie architetture solo quando ci sarà un vero balzo in avanti per quanto riguarda la bandwidth della memoria, e ciò potra essere possibile con le nuove memorie HBM. La seconda generazione di HBM infatti sarà ben 9 volte più veloce delle GDDR5 e 128 volte più veloce delle memorie DDR3.

AMD non ha rivelato ancora i nomi in codice delle architetture, ma una fuga di notizie recente ci ha suggerito che l’architettura a 16nm che include sia x86 sia ARM verrà chiamata Arctic Islands. Altri dettagli verranno rivelati a Maggio al Financial Analyst Day.

Fonte: WCCF

LASCIA UN COMMENTO