Ormai da qualche tempo è possibile usufruire dei servizi offerti da Steam anche sull’OS del pinguino ma qualcosa negli ultimi giorni sembra sia andato storto.

Ebbene sì, negli ultimi giorni un utente di GitHub ha dichiarato di aver perso a causa di steam tutti i suoi dati personali oltre che a tutti i dati memorizzati su un HDD esterno da 3TB.

Un caso sconvolgente che tuttavia rimane molto isolato inquanto Valve ha riscontrato questo bug solo su poche manciate di utenti.

steam-linux-inline
Steam in esecuzione su Linux

Il Bug sembra essere causato dal file steam.sh che contiene una riga di codice ( ‘rm -rf “$STEAMROOT/”) che di per sè servirebbe ad aggiornare i file di Steam su richiesta dell’utente, ma può essere attivata qualora si sposti la directory da un altra parte. A questo punto spostata la directory e lanciato l’aggiornamento il codice ‘rm -rf viene trasformato in ‘rm -rf “/’” e senza una directory a cui fare riferimento tutto verrà ovviamente cancellato, indipendentemente dalla posizione in cui si trova.

Valve pare non sia stata ancora in grado di replicare il fenomeno, e sta effettuando dei controlli supplementari per cercare di capire da cosa possa essere effettivamente causata questa modifica del codice.

In attesa di ulteriori informazioni o di una relativa patch è consigliato a tutti gli utenti Linux di non spostare per alcun motivo la cartella di installazione per evitare sgradevoli sorprese.

LASCIA UN COMMENTO