Come ben si sa il CES è sia una manifestazione per presentare prodotti destinati alla commercializzazione sia uno show per prodotti che vedranno la luce tra molto, molto tempo. Uno dei prodotti più interessanti e utili che abbiamo visto al CES di quest’anno è stato il connettore USB di tipo C e il relativo standard USB 3.1 correlato.

Inserire i connettori USB nel verso giusto è sempre stata una cosa molto frustrante per molte persone. Questo problema è stato risolto dal connettore del tipo C, che grazie alla sua simmetria ha reso la connessione dei dispositivi molto più facile e veloce.

lLcxrwG

USB Type-C è in grado di risolvere questo problema grazie a un nuovo connettore universale che è in grado inoltre di raddoppiare la banda di un USB 3.0 e di fornire molta più potenza. A quanto pare la questione dei convertitori non è stata molto chiarita: saranno prodotti infatti dispositivi con USB 3.1 che saranno compatibili con le porte USB 3.0 esistenti, ma non saranno prodotti adattatori tra USB Type-C e USB tradizionali.

Il connettore di tipo C può essere utilizzato con gli standard USB precedenti, come il 2.0. Questo significa che i produttori non saranno costretti ad adottare lo standard 3.0 per utilizzare il connettore di tipo C. Anche se molto veloce, l‘USB 3.0 non sempre è una scelta saggia, dato che avere la larghezza di banda molto più estesa comporta un consumo di energia di molto maggiore rispetto agli standard precedenti e di conseguenza più calore da dissipare.

299382-usb-type-c
Un connettore USB tipo C a fianco di un USB 3.0

Il nuovo standard USB 3,1 è stato concepito come nuova tecnologia di utilizzo per SSD e dischi veloci, dato che elimina certi colli di bottiglia che prima si presentavano con l’USB 3.0. La banda massima raggiungibile infatti è di 10Gbps.

Non ci sono ancora conferme sul quando potremo vedere schede madri con il supporto all’USB 3.1, ma alcune voci parlano del tardi 2015/inizio 2016. Per quanto riguarda il connettore di tipo C invece i primi prodotti compatibili dovrebbero vedersi molto prima, data la compatibilità con i chipset USB attuali.

 

LASCIA UN COMMENTO