Introduzione

Come ormai ben saprete, Noctua è il punto di riferimento quando si parla di componenti per la dissipazione ad aria e vanta tra i propri prodotti soluzioni eccellenti per ogni tipo di impiego. Oggi abbiamo avuto la possibilità di testare alcune ventole della serie Industrial, prodotta per la fascia enterprise/industrial degli utenti e appositamente studiata per garantire il funzionamento anche nelle condizioni ambientali più critiche con un un efficienza a dir poco spaventosa.

Tecnologia

Le ventole della serie Industrial sono disponibili esclusivamente nei tagli da 120 e 140mm ognuna con caratteristiche diverse per ottimizzarne l’efficienza in base all’impiego. Nonostante abbiano alcune differenze, la maggior parte delle caratteristiche sono comuni, andiamo a scoprirle insieme.

La prima cosa che balza all’occhio già a partire dal nome sono la velocità alla quale sono in grado di operare. Le ventole di questa serie possono operare ad una velocità di 2000 o 3000 RPM indipendentemente che si tratti del taglio da 12 o 14 cm. Come potete notare infatti queste detengono il primato di velocità tra le altre ventole prodotte dalla casa proprio perchè in contesti industriali si può aver bisogno di ventole estremamente potenti ed efficienti. Noctua per la produzione delle IndustrialPPC si è basata sul modello delle NF-A14 per il modello da 14 cm, e sul modello NF-F12 per il modello da 12 cm apportando significativi miglioramenti in molti altri aspetti oltre alla velocità.

Uno di questi miglioramenti è l’adozione di un motore trifase a sei slot per contenere le vibrazioni e il rumore emesso a queste altissime velocità oltre che apportare una riduzione del dispendio energetico che altrimenti con il classico motore monofase sarebbe stato più alto.

noctua_three_phase_motor_1

In contesti industriali però, ciò che è più necessario che mai è la flessibilità del prodotto a lavorare in ogni contesto ambientale e la robustezza dello stesso. Se da una parte le Industrial adottano le tecnologie “Inner Surface Microstructures”, “Stepped Inlet Design”,”Flow Acceleration Channels” nel caso delle 14 cm, “Focused Flow Frame” per le 12 cm e infine il “SSO2 Bearing” già incontrate sulle ventole indirizzate al pubblico più ordinario, dall’altra introducono dei materiali di costruzione più adatti ad ambienti estremi e certificazioni IP52 e IP67.

Le ventole della serie industrial infatti sono costruite interamente in fibra di vetro rinforzata con poliammide che permettono loro di operare a temperature limite ( fino a 140 C°). Non manca la certificazione IP52 nei modelli IndustrialPPC NF-A14 3000 PWM e IndustrialPPC NF-F12 3000 PWM che grazie a uno specifico tipo di vernice permette alle ventole di resistere alla polvere e a getti d’acqua con inclinazione massima di 15° .

Le IndustrialPPC NF-A14 2000 PWM IP67 e IndustrialPPC NF-F12 2000 PWM IP67 invece sono dotate della certificazione IP67. Questa certificazione garantisce che le ventole hanno una totale resistenza contro la polvere e resistenza ad immersioni temporanee fino ad un metro di profondità. Tutto questo è grazie al nucleo in resina che ricopre interamente PCB e motore, rendendolo impermeabile e isolato da detriti e sporcizia.

industrialppc

Per ultima ma non meno importante la possibilità di personalizzare la ventola in base alle proprie necessità. Noctua da infatti la possibilità alle aziende di poter richiedere dei modelli personalizzati con particolari certificazioni o modifiche sulla ventola stessa offrendo una flessibilità sui propri prodotti mai vista prima!

1
2
3
4
5
6
7
PANORAMICA RECENSIONE
Performance
Silenziosità
Look
Bundle
Prezzo
CONDIVIDI
Articolo precedenteApparsi nuovi screen di GTA V per PC… Che roba!
Articolo successivoHTC Re Vive, la realtà virtuale secondo Valve
(Admin, Fondatore, Redattore) Studente di Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche presso UniMi, più precisamente alla sede distaccata di Crema . Si occupa principalmente di articoli sull’ HW e configurazioni per ogni fascia di prezzo. Ha la passione per i videogiochi e le 2 ruote.

LASCIA UN COMMENTO