Icone Trevilla su Ubuntu Linux.

Una delle caratteristiche che hanno sempre differenziato le Distro Linux rispetto ai sistemi operativi proprietari (Windows & Mac OSX su tutti) è la possibilità di personalizzazione. Il poter creare un ambiente su misura dell’utente permette di ottenere configurazioni pressoché infinite con una semplicità inaudita.

Una delle cose che potrete facilmente modificare nella vostra Distro sono il set d’icone che, in pochi semplici passaggi, potrebbe rendere il vostro DE (Desktop Environment) molto più accattivante o armonioso.

Trevilla 5.0 su Ubuntu Linux
Trevilla 5.0 su Ubuntu Linux

Ecco quindi che tra tutti i vari temi in questo articolo vorrei presentarvi Trevilla, un tema GTK+3 che ricorda un po quella trasformazione che sta avvenendo sui terminali Android, col passaggio ad un look moderno e minimale.

L’ultima versione di Trevilla è pienamente compatibile con Ubuntu 14.10 e derivate e GTK+3.14, quindi compatibile anche con Arch, Debian Sid, Gentoo e molte altre Distro.

Per installare il set d’icone Trevilla non dovrete far altro che scaricare uno dei pacchetti presenti a questo link: dovrete per prima cosa scegliere tra icone per Ubuntu Trusty o Ubuntu Utopic (in base alla vostra versione dell’OS), dopodiché scegliere la tonalità preferita (White, Gray, Dark, Chrome, Tile-Icon Set).

Icone Trevilla su Ubuntu Linux.
Icone Trevilla su Ubuntu Linux.

Una volta scaricato il pacchetto desiderato non dovrete far altro che estrarlo e spostarlo nella directory .themes presente nella Home.
Vi ricordo che, come sempre, le cartelle e files nascosti potrete visualizzarli premendo Ctrl+H. Una volta spostate nella directory corretta non dovrete far altro che impostarle come predefinite, utilizzando Ubuntu Tweak o similari.

Beh, che ve ne pare?

CONDIVIDI
Articolo precedenteAnidees AI-07, il case cubo per tutte le tasche
Articolo successivoIntel Skylake-S avvistato!
Tech addicted, sono attratto dal mondo della tecnologia e tutto ciò che ne deriva. Mi ritengo un affermato utente Android, utilizzatore Windows ma in dual boot ho sempre una distro Linux. Guardo al futuro speranzoso che nuove innovazioni tecnologiche facciano capolino nella vita quotidiana!

LASCIA UN COMMENTO