QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

165 persone sono state contagiate dopo la serata in una discoteca olandese

Circa 165 su 600 persone che sono andate in una discoteca a Enschede, nei Paesi Bassi, la scorsa settimana sono state infettate dal virus Corona. Lo conferma domenica il Servizio sanitario comunale (GGD) a Twente.

La prima notte in cui l’Aspen’s Valley Disco ha potuto riaprire si è conclusa con un brusio. È ormai noto che circa 165 visitatori hanno contratto il coronavirus. Tuttavia, i partecipanti dovevano essere in grado di presentare un test negativo o un certificato di vaccinazione. Inoltre, puoi entrare solo con un biglietto. Ora si ritiene che i visitatori scambino i codici QR tra loro per entrare senza un biglietto pagato.

Non è chiaro se tutte le 165 persone contagiate abbiano contratto il virus quella sera in discoteca. Inoltre, non è noto se le persone si siano ammalate a causa dell’infezione.

Circa 600 persone erano a Enschede, nei Paesi Bassi orientali, sabato scorso. Il Servizio sanitario municipale (GGD) rimane impegnato con la ricerca su fonti e comunicazioni tra i visitatori della Valle di Aspen. Tutti i presenti sono invitati a sottoporsi al test, anche se non mostrano alcun sintomo. Inoltre, GGD chiede ai visitatori di rimanere a casa fino a quando non saranno noti i risultati.

Evento di prova di Bruxelles

Nel nostro Paese, sabato sera, 250 persone hanno potuto partecipare a un evento di test nella sala La Madeleine nel centro di Bruxelles. I visitatori dovevano prima fare il test della corona. Chi ha avuto esito negativo ha ricevuto un QR code che gli dà accesso alla sala dalle 22:30 alle 3:00. Pochi test sono positivi. Dopo il ballo è stato seguito un nuovo test per valutare l’efficacia del protocollo. Questa valutazione sarà nota tra pochi giorni.

READ  `` Puntiamo a 40 ristoranti Ellis in Belgio ''