Home » NEWS » Il problema del display verde sugli schermi

Il problema del display verde sugli schermi

Negli ultimi mesi se n’è parlato sempre di più. Stiamo parlando del problema della tinta verde che è visibile sui display di alcuni smartphone dotato di schermo realizzato in tecnologia AMOLED / OLED. Il problema si presenta sui pannelli con questa tecnologia quando sullo sfondo viene mostrata un’immagine molto scura (ma non nera, caso in cui i pixel sarebbero spenti) e ad luminosità bassissime, solitamente inferiori al 10% della possibilità dello smartphone.

Il problema di parliamo sono degli aloni sullo schermo di tonalità verde, che in alcuni casi potrebbero in realtà anche essere di tonalità rossastra. È un difetto che non pregiudica l’utilizzo stesso dello smartphone, ma che ovviamente falsa i colori e crea un alone che non si può certo definire gradevole o impercettibile.

Abbiamo deciso di realizzare un video per parlare di questa problematica e spiegare come un difetto di questo tipo sia congenito purtroppo alla tecnologia OLED/AMOLED e che non esiste un marchio o un modello di smartphone da consigliare o evitare, ma che la singola variabilità varia da stock a stock o addirittura da dispositivo a dispositivo. Ovviamente ci sono aziende che magari utilizzano pannelli di qualità superiore o inferiore, ma come vedremo anche nel nostro test non esiste un’azienda immune e ci possono essere delle pecore nere anche negli ottimi Samsung, così come dispositivi perfetti e di grande qualità in mezzo ai bistrattati Pixel o OnePlus (al centro entrambi di molta polemica per la tinta verde).

Questo della tinta verde è un problema intrinseco alla tecnologia OLED, come per esempio anche il burn-in, ma di cui si parla in modo così acceso solo di recente, con l’avvento dei temi scuri nelle interfacce degli smartphone, moda relativamente nuova. In più il problema si presenta solo a luminosità estremamente basse (solitamente solo nel buio totale), condizione in cui non sono in tanti ad utilizzare il proprio smartphone. Il difetto, se così si può chiamare, si vedrà anche nel video, è però molto diverso da dispositivo a dispositivo e ovviamente se dovesse essere chiaramente visibile anche a luminosità più alte è probabile che una sostituzione o una riparazione sia l’unica soluzione da parte di un’azienda che forse non ha applicato un controllo qualità adeguato.

Le aziende d’altro canto devono eseguire il controllo qualità, ma non possono agire più di tanto su un problema che è intrinseco nella tecnologia. Una correzione software, possibile solo in fabbrica, è infatti estremamente complicata e costosa, dovendo essere applicata pixel per pixel e da quello che sappiamo non può essere applicata in modo univoco a tutti i modelli che escono dalle fabbriche.

Fateci sapere cosa ne pensate della questione e se anche voi avete avuto problemi con schermi AMOLED tendenti al verde o al rosso.

Fonte: AndroidWorld