QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

5 segnali che indicano che potresti avere un’allergia alimentare

Hai disturbi fisici inspiegabili o altri problemi di salute senza una ragione apparente? Allora potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata più da vicino alla tua dieta. Lamentele vaghe e incomprensioni possono indicare che hai un’allergia alimentare.

L’allergia alimentare non è più un fenomeno raro, ma come fai a sapere di averlo? Ecco cinque segnali che indicano che potresti essere allergico a determinati alimenti:

ruttare

Reclami come flatulenza, a sentirsi gonfio La diarrea è un sintomo evidente che il tuo corpo sta combattendo qualcosa. Ruttare può anche essere un segno che non tolleri bene determinati alimenti o sostanze nutritive. Ad esempio, potresti essere allergico o sensibile al glutine, al lattosio o al glucosio. Anche allergie o sensibilità ad altri prodotti causano questi disturbi. Per scoprire perché, puoi tenere un diario alimentare.

Una dieta di eliminazione può anche aiutare a determinare la causa del tuo disturbo. Il tuo medico può anche aiutarti con questo. Quindi sentiti libero di contattare il tuo medico se hai uno qualsiasi dei reclami di cui sopra.

Costipazione cronica nonostante liquidi e fibre adeguati

La costipazione è spesso causata da una mancanza di umidità o di fibre. Soffri di stitichezza e tu? Almeno due litri di liquidi al giorno Una dieta ricca di fibre? In questo caso si può pensare ad un’allergia alimentare. Per scoprire a cosa sei allergico o sensibile, è meglio fare un test allergico. Può anche aiutare a evitare i cereali, come il grano. Se di conseguenza il tuo reclamo è diminuito, sai che la colpa è di questi prodotti.

Dolore

Il dolore ai pesi o ai muscoli può essere un segno che non sei molto intollerante a un particolare alimento. Gli alimenti possono attivare alcune sostanze infiammatorie nel tuo corpo, che poi portano al dolore. Stiamo parlando delle cosiddette citochine. Queste sono sostanze che vengono rilasciate naturalmente durante una sana risposta alle infezioni. Se mangi cibi sbagliati, le stesse sostanze possono causare dolore.

READ  Studio britannico: l'efficacia del vaccino diminuisce nel tempo

Il mal di testa può anche essere il risultato di citochine nel tuo corpo. mal di testa o Emicrania Potrebbe arrivare qualche ora dopo un pasto, ma potrebbe anche non darti fastidio fino al mattino successivo. Potrebbero essere necessari diversi giorni prima che tu abbia il mal di testa. Per questo è utile tenere un diario alimentare in cui annotare ciò che si è mangiato quel giorno. Dopo qualche giorno potresti esserne dimenticato. In questo modo puoi vedere se il tuo corpo sta reagendo al mal di testa a determinati alimenti e additivi. Come sapete, i seguenti alimenti possono favorire l’emicrania:

  • caffeina
  • Edulcoranti artificiali, come l’aspartame
  • cioccolato
  • alcol
  • Conservanti
  • MSG (esaltatore di sapidità)
  • Tiramina con sottaceti e formaggio vecchio

Scrivendo esattamente cosa mangi, puoi dire se hai mangiato uno o più di questi prodotti. Non accettare le lamentele e fare un test allergico o un test delle feci se non riesci a capirlo da solo.

stanchezza inspiegabile

Se ti senti improvvisamente stanco e inizi a sbadigliare poche ore dopo aver mangiato cibi ricchi di carboidrati, il tuo corpo potrebbe soffrire di questi prodotti. Quindi il livello di zucchero diminuisce improvvisamente rapidamente e questo può causare i seguenti sintomi oltre alla stanchezza:

  • oscillare
  • Vertigini
  • debolezza
  • sudare
  • sonnolenza
  • affamato
  • irritabilità
  • tremolante
  • Problemi di concentrazione
  • nervoso

La combinazione di questi sintomi dopo aver mangiato un pasto ricco di carboidrati è nota come ipoglicemia reattiva o sindrome postprandiale. I sintomi sono gli stessi dell’ipoglicemia, ma non sono correlati alle fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue dovute all’insulino-resistenza o al diabete di tipo 2.

Sebbene tecnicamente non si possa chiamare l’ipoglicemia reattiva un’allergia alimentare, è una reazione ovvia ai cibi che mangi. La soluzione è Ridurre la quantità di carboidrati Mangia abbastanza proteine ​​e grassi con il tuo pasto. Pensa a un uovo, un avocado o un petto di pollo affumicato.

READ  La ricerca ha trovato tre misure preventive che riducono il rischio di cancro negli anziani:

dormire male

Sapevi che la mancanza di sonno può essere il risultato di una reazione allergica a determinati alimenti? Sebbene sia più comune nei bambini di età inferiore ai quattro anni, anche gli adulti possono sperimentarlo. Se la dieta è la causa del tuo scarso sonno notturno, di solito avrai anche due o più dei seguenti sintomi:

  • Eruzione cutanea
  • mal di stomaco
  • paura
  • Accelera
  • irritabilità
  • Sonnolenza diurna
  • Disturbi respiratori

In questo caso, il colpevole potrebbe essere noci, uova, latticini o glutine. Evitali per almeno alcune settimane per vedere se dormi meglio.

Testo: blogger di salute Annemiek van der Krogt | immagine: Jason Bryson