QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ad esempio, l’Europa vuole mitigare l’impatto della completa interruzione delle importazioni di gas russe: trapelati i primi dettagli del piano di emergenza | i soldi

Sono trapelati i primi dettagli del piano di emergenza a cui sta lavorando la Commissione europea, che mitigherebbe l’impatto di una possibile completa interruzione delle importazioni di gas russe. “Agindo ora, possiamo ridurre di un terzo l’impatto di un’interruzione improvvisa”, si legge in un documento diffuso dall’agenzia di stampa britannica Bloomberg.

Con il piano di emergenza, la Commissione vuole proporre una serie di misure per preparare l’economia europea all’eventuale decisione della Russia di chiudere completamente il rubinetto del gas all’Europa. Secondo la commissione, questo è un rischio reale. Vuole presentare il suo piano mercoledì prossimo, 20 luglio.

Guarda la risposta di Putin all’embargo qui sotto: “L’Europa dipende fortemente dal petrolio russo”

la sfida più grande

In una versione preliminare del piano, ora trapelata, la Commissione ha scritto che “un’azione tempestiva a livello dell’UE in questo momento cruciale di ricostituzione limiterà la necessità di tagli più dolorosi dal lato della domanda nel corso dell’inverno”. La sfida più grande che l’Europa deve attualmente affrontare è garantire forniture di gas sufficienti per sopravvivere all’inverno, quando la domanda di gas per riscaldamento ed elettricità ha tradizionalmente raggiunto il picco.

Gli stati membri dell’Unione Europea hanno già deciso di aumentare le loro riserve di gas all’80% entro novembre. Ma se non verrà importato più gas dalla Russia entro il prossimo luglio, la Commissione teme che le scorte saranno riempite solo dal 65 al 71%. Se il rubinetto viene chiuso più tardi, ad esempio a ottobre, il rischio di carenze sarà ridotto, ma c’è ancora meno tempo per affrontare il problema.

READ  I senatori degli Stati Uniti vogliono limitare il potere di Apple e Google negli app store - IT Pro - Notizie

famiglie e ospedali

Questo è il motivo per cui la Commissione vuole adottare misure a breve termine per ridurre la domanda di gas e ridurre i costi per le abitazioni e le imprese. A livello dell’UE, le case e le infrastrutture critiche come gli ospedali sono protette, ma gli Stati membri possono stabilire delle priorità quando non è disponibile abbastanza gas per tutti i clienti. Deve tenere conto delle catene di approvvigionamento, della competitività aziendale e della garanzia di prodotti e servizi essenziali per mantenere in funzione l’economia, secondo la commissione.

Gli Stati membri dovrebbero inoltre consentire il cambio di combustibile, sia nell’industria che nella produzione di elettricità, per risparmiare il consumo di gas prima di una potenziale interruzione. I grandi consumatori, a loro volta, dovrebbero essere incoraggiati a ridurre i propri consumi. Ciò riguarda principalmente l’industria. La campagna informativa dovrebbe mostrare alle famiglie come risparmiare su riscaldamento e raffrescamento, con restrizioni obbligatorie in situazioni di crisi.

“Tutti possono risparmiare sul gas”, afferma la commissione nel documento.

Vedemmo. Gli esperti di energia gridano dai tetti: Limita i tuoi consumi. I politici tacciono. Perché ancora?

Esperti, fornitori e industria vogliono misure immediate di risparmio energetico: “Offri docce più brevi, spegni le luci e… spegni il condizionatore”

Esperto di energia: “Consumate davvero meno energia per non avere problemi in inverno”