QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Al Ittihad sbaglia occasione dopo occasione contro il KV Oostende, ma riesce comunque a pareggiare grazie a Deniz Undav

È troppo bello per ignorarlo: l’Al Ittihad fatica a vincere in casa. Anche contro il KV Oostende (1-1), dopo il secondo tempo di dominio. Perdita di punti inutile e stressante.

“Non c’è posto migliore che a casa”, questo è il calendario delle tappe, e mentre l’Union ha un seguito enorme e uno stadio affascinante, questo non è vero per la capolista in questi giorni. L’ultima vittoria sindacale per i suoi tifosi risale già a gennaio, quando era proprio al Dudenpark Anderlecht. “È ora di viziare di nuovo i nostri fan”, ha detto Phyllis Matsu a KV Oostende. In altre parole: è tempo di vincere ancora a Forest, dopo aver battuto STVV (0-1) ed Eupen (0-0).

Non è mancata la buona volontà, l’entusiasmo sugli spalti, ma è stato ancora il KV Oostende a prendere il comando. Come: Max Darbino spinge la palla in area con un tiro lungo e stretto. Un momento frustrante per Anthony Morris. Non ha avuto affari per tutto il primo tempo ed è stato comunque picchiato. Il portiere del KVO Scherpen non ha avuto molto da fare dall’altra parte. Il sindacato non ha creato opportunità.

Vero o no, verrà fuori dopo, ma si mormora che Yves Vanderhaeghe non potrà rimanere con il KVO alla fine di questa stagione. Se è così, Vanderhaeghe potrebbe dargli una pacca sulla spalla. Ben presto ha acquisito una squadra non traboccante di talento in acque sicure. È sempre stata affascinante? numero. Ma il pool di giocatori in riva al mare semplicemente non ha la classe che si può ammirare altrove in 1A. Diciamo solo una cosa: non c’è un orfanotrofio a Ostenda.

READ  Charleroi approfitta della valutazione sbagliata del portiere di Anversa Botiz e tiene un punto in casa: 1-1 | Jupiler Pro League


Foto: BELGA

I giapponesi hanno Matsu: l’apriscatole perfetto. Non c’è da stupirsi, quindi, che l’esterno abbia potuto entrare nel primo tempo per forzare qualcosa. Un po’ di spazio è stato dato a Union, Mitoma porta profondità e ha movimento, sa dare una svolta al match con accelerazione o dribbling. Sembrava funzionare molto presto: Mitoma ha segnato l’1-1, ma l’assistente arbitrale ha visto in anticipo il fuorigioco.

Anche senza il pareggio, Mitoma Union ha introdotto una nuova dinamica. C’era più attività e intensità rispetto a prima della pausa, quando tutto era così lento. Rigore anche per la Federazione: l’Albanese ha dato una spinta al nuovissimo Red Devil Van der Heyden e l’arbitro D’Hondt non ha riscontrato alcuna violazione. Avrai arbitri e giudici video che giudicano una fase in modo diverso: KVO se l’è cavata bene.

Al Ittihad sbaglia occasione dopo occasione contro il KV Oostende, ma riesce comunque a pareggiare grazie a Deniz Undav


Foto: BELGA

Possiamo usare queste parole anche nel tentativo di Teuma. L’oratore ha quasi dichiarato 1-1 e l’intero campo stava festeggiando, ma la palla è inciampata in modo improbabile davanti alla linea di porta, poiché Medley è riuscito a respingerla. Non più tardi, Undav ha mancato due volte. Union valeva già un pareggio a quel punto.

Ostenda ha appena tagliato la linea mediana, fino a quando Gueye water non è venuto a difendere. Affondava o nuotava, con più fortuna che abilità: spesso era “semplicemente non” per Union. Non da ultimo con Undav, fino all’82’: colpo di testa morbido su cross del subentrato Francois. Colpire: è stato solo il quinto gol in casa di Undav, ma non è stato il caso perché segna di rado (già 25 gol).

Sebbene 1-1, possiamo parlare gradualmente di una specie di complesso domestico in Union. All’offset ha 41 punti su 48, contro i 30 di casa. Al-Ittihad non ha ancora confermato il suo primo posto dopo la stagione regolare a causa della lotteria. Ma se riesci a mantenere un livello negli ultimi 45 minuti, andrà tutto bene.

Al Ittihad sbaglia occasione dopo occasione contro il KV Oostende, ma riesce comunque a pareggiare grazie a Deniz Undav


Foto: Isosport