QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Albrew fu molto toccato dalle pulizie di Danone

La ristrutturazione a Danone, in Belgio, comporta la perdita di circa 120 posti di lavoro. Soprattutto Alpro colpito.

Nessuna azienda Danone in Belgio sopravvive alla ristrutturazione. Danone ha annunciato a novembre che si sarebbe riorganizzata in tutto il mondo, ma non si sapeva ancora cosa questo significhi concretamente per le sue aziende in Belgio. Secondo le nostre informazioni, l’influenza di Alpro è particolarmente profonda. In Alpro, un totale di 135 dipendenti e dirigenti sono interessati dalla nuova struttura, ma si spera di trovare una soluzione per circa 68 persone. L’impatto di 135 persone è significativo rispetto a un totale di 500 dipendenti e amministratori delegati. Compresi i lavoratori, Alpro impiega 1.100 persone.

Il duro “colletto bianco” ha a che fare con il ridisegno dello scheletro di Danone. Ogni divisione (Dairy, Baby Food e Soybean Company) ha il proprio reparto. Questo viene ora sostituito da una struttura per paese. Ciò consente al gruppo francese di rimuovere molte delle “sovrapposizioni”. Sono anche le scommesse della cosiddetta strategia “local first”. Nonostante il nome, si riduce a tagliare posti di lavoro locali e quindi a liberare denaro da investire nello sviluppo del prodotto e nella difesa della quota di mercato.

Sorprendentemente, il focus dell’effetto sembra essere su Alpro, mentre è un prodotto promettente perché corrisponde alla tendenza dei consumatori a consumare meno latticini rispetto al latte vaccino. La stessa Danone sta rispondendo a questa tendenza con lo yogurt vegetariano (vegano) e con Alpro, a base di soia.

Danone osserva che negli ultimi anni la concorrenza ha compiuto maggiori sforzi per ridurre i costi fissi e concentrare le risorse principalmente sulle opportunità di crescita. Danone, invece, è da tempo sotto pressione in tutto il mondo, che ha portato ad interventi amministrativi. La pressione per creare valore per gli azionisti è enorme. In borsa, il titolo rallenta e cresce la pressione degli azionisti insoddisfatti.

READ  Borsa di Bruxelles in modalità di ripristino | Beursduivel.be

C’è pressione anche in Nutricia, che produce alimenti per bambini. La quota di mercato e i numeri di vendita sono sotto pressione. È diminuito anche il numero di bambini nati a seguito di infezione da Coronavirus. Danone ha fatto male per un po ‘di tempo nel reparto idrico. A causa della corona, è stata fornita meno acqua sulle terrazze. Le bottiglie al supermercato sono meno redditizie. Saranno interessati 16 dipendenti in Nutricia e 40 nel settore lattiero-caseario di Danone.

La stessa Danone ha risposto alle chiamate di questo giornale con un comunicato stampa che parla di 120 posti di lavoro d’ufficio da qui alla fine del 2022. I numeri variabili possono essere legati all’attrito naturale e ad altre misure. I sindacati e il management di Alpro si stanno consultando da alcune settimane.