QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Alla ricerca di un cervello più pulito


L’idea è che il regime di pulizia rimuove più proteine ​​​​durante il sonno profondo e quindi riduce il rischio di sanguinamento nel cervello.

I ricercatori del Leiden University Medical Center (LUMC) utilizzeranno una sovvenzione della Brain Foundation per studiare se e come il cervello può rimuovere meglio le proteine ​​​​dannose. L’idea è che questo riduce il rischio di un’emorragia cerebrale. Vogliono raggiungere questo obiettivo stimolando il sonno profondo e attivando un nervo specifico.

“Con l’avanzare dell’età, la proteina beta-amiloide si accumula nel nostro cervello”, afferma il neurologo e medico del sonno Rolf Fronchik. “Questo rende fragili i vasi sanguigni e può portare a sanguinamento nel cervello”. Questa è una delle principali cause di emorragia cerebrale negli anziani ed è anche nota come CAA. La variante genetica di questa condizione, la malattia di Katwijk, deve il suo nome al villaggio in cui vivono molte famiglie con la malattia. In questo studio, Fronczek e colleghi studieranno due modi per liberare il cervello da questa proteina dannosa.

sistema di pulizia naturale
“Di recente è stato scoperto che il cervello rimuove naturalmente le proteine ​​​​dannose. Questo viene fatto dal cosiddetto sistema glinfatico. La particolarità è che questo sistema è più attivo durante il sonno profondo”. Ecco perché in questo studio a 20 pazienti è stato prescritto GHB per un periodo di tre mesi. Il GHB funziona bene nei pazienti affetti da narcolessia, tra le altre cose, perché favorisce il sonno profondo. L’idea è che il regime di pulizia rimuove più proteine ​​​​durante il sonno profondo e quindi riduce il rischio di sanguinamento nel cervello. Fronczek lavora con il capo medico del SEIN Sleep-Wake Center, Gert Jan Lammers.

Inoltre, le prestazioni del sistema di pulizia sembrano essere influenzate negativamente dalle scariche elettriche delle cellule cerebrali. Fronczek: “Sappiamo dalla nostra ricerca sugli infarti cerebrali che queste secrezioni possono essere soppresse se viene stimolato il grande nervo del collo, il nervo vago”. Per vedere se questo trattamento funziona anche con CAA, a un secondo gruppo di 20 persone verrà somministrato un dispositivo che possono utilizzare per stimolare il nervo vago del collo per alcuni minuti tre volte al giorno. Fronczek lo fa con la neurologa Marieke Wermer. Un terzo gruppo di 20 persone riceverà entrambi i trattamenti.

immagini del sistema di pulizia
Per dire se il sistema di pulizia del cervello è effettivamente stimolato, deve prima essere ripreso. Poiché questo sistema è stato scoperto non molto tempo fa, la sua conoscenza non è ancora completa. Per coincidenza, i fisici della risonanza magnetica Lydiane Hirschler e Thijs van Osch del Dipartimento di radiologia hanno condotto numerose ricerche su questo sistema presso la LUMC. Ad esempio, al LUMC sono state recentemente sviluppate speciali tecnologie di scansione, che consentono di mappare il sistema di pulizia utilizzando 7-Tesla MRI. Inoltre, il liquido cerebrospinale dei partecipanti sarà esaminato per la rimozione delle proteine ​​dannose.

nuove aree di ricerca
Con una sovvenzione della Brain Foundation, Fronczek e colleghi potrebbero realizzare questa ricerca. “Trovo molto interessante e allo stesso tempo eccitante iniziare questo studio. Sono curioso di sapere se possiamo effettivamente dimostrare che il sistema glinfatico diventa più attivo attraverso il sonno profondo e la stimolazione nervosa”. Se questa teoria è corretta, aprirà strade alla ricerca per altri disturbi neurologici in cui si accumulano proteine ​​​​dannose, come l’Alzheimer, l’Huntington e il Parkinson.

I 400.000 euro di sostegno della Brain Foundation provengono dal bando “Diease Modifying Therapy”.


Informazioni aggiuntive…

Consultare la fonte e/o il fornitore per ulteriori informazioni su questa lettera. Le notizie possono cambiare e includere errori o imprecisioni. Leggi anche disclaimer E il Trasferimento Si prega di inviare messaggi, commenti e/o foto che sono in conflitto con Circostanze

Fai clic sui tag sottostanti per i post correlati, se presenti…

Nome dell’autore e/o editore di: LUMC
Fotografo o agenzia fotografica: INGImages
Fonte di questo articolo:: LUMC
Qual è l’URL di questa risorsa?: https://www.lumc.nl/over-het-lumc/nieuws/2022/April/Verkleint-een-schoner-brein-de-kans-op-hersenchemieen/
titolo originale: Una mente pulita riduce il rischio di emorragia cerebrale?
il pubblico di destinazione: Professionisti sanitari e studenti
Storia: 2022-04-06

Articoli con tag simili…

READ  Nuova ricerca sulla terapia genica nella demenza precoce