QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Almeno 115 morti a causa delle forti piogge monsoniche in India | all’estero

Almeno 115 persone sono morte a causa delle piogge monsoniche torrenziali nell’India occidentale. Decine sono ancora i dispersi vicino a Mumbai, il cuore finanziario del Paese.




Lo stato indiano del Maharashtra è stato devastato per diversi giorni da forti piogge monsoniche, che hanno provocato frane, smottamenti e inondazioni. Finora sono state uccise almeno 115 persone, anche se il bilancio delle vittime potrebbe continuare a salire. Dozzine sono ancora disperse vicino a Mumbai, dove è stata segnalata la maggior parte dei decessi. I servizi di emergenza stanno cercando di trovare sopravvissuti nel fango oggi.

A Talia, 180 chilometri a sud-est di Mumbai, la colata di fango ha distrutto quasi tutte le case. Rimangono solo due strutture in cemento. Almeno 40 corpi sono stati recuperati nel villaggio. A Chaplun, a 250 chilometri da Mumbai, l’acqua nelle strade raggiungeva i sei metri.

Secondo il primo ministro del Maharashtra Udhav Thackeray, i servizi di emergenza stanno affrontando le maggiori difficoltà nel raggiungere le aree colpite. Queste aree sono spesso molto remote e ora sono tagliate fuori dal mondo a causa di ingenti danni a strade e ponti. La Marina ha schierato un elicottero per evacuare le vittime e sei squadre di imbarcazioni e sommozzatori specializzati sono attive nell’area del disastro.

congestione delle dighe

In tutto il paese, quasi 150.000 persone sono state evacuate dalle loro case. Anche il Karnataka, uno stato dell’India sudoccidentale, sta subendo inondazioni. Tre persone sono state uccise e 9.000 residenti sono stati evacuati. Secondo le autorità, Goa sta affrontando le peggiori inondazioni dell’ultimo mezzo secolo. Non ci sono stati morti, ma secondo il ministro della Sanità Vishwajit Rani, almeno 1.000 case sono state distrutte o danneggiate. “Le persone hanno perso quasi tutto”, dice.

READ  L'Europa sfida la Polonia con sanzioni finanziarie

Non vi è alcun miglioramento immediato per la maggior parte delle aree. Ad esempio, le autorità meteorologiche indiane danno ancora un codice di colore rosso a gran parte del Karnataka, il che significa che sono previste forti piogge nei prossimi giorni. Nel Maharashtra, la situazione è diventata grave poiché molte dighe sono sovraffollate e devono essere accuratamente svuotate per alleviare la pressione, il che significa che più acqua scorre nelle regioni più basse. La stagione dei monsoni in India di solito dura da giugno a settembre.

Le persone si radunano lungo un’autostrada parzialmente spazzata dalla pioggia a Mahad il 24 luglio 2021, mentre il bilancio delle vittime delle forti piogge monsoniche è salito a 79, con quasi 100.000 altri evacuati nel Maharashtra occidentale. (Foto di Indranil Mukherjee/AFP) © AFP