QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Almeno 80 feriti dopo il terremoto in Turchia, più di 100 scosse di assestamento registrate | All’estero

Un terremoto di magnitudo 5.9 ha colpito questa mattina la Turchia. Di conseguenza, diverse persone sono rimaste ferite. L’emittente ufficiale turca TRT ha reso noto che il numero dei feriti è ora salito a 80. L’epicentro del sisma è stato nella provincia di Duzce, sul Mar Nero, a circa 200 chilometri dalla capitale turca, Ankara, e da Istanbul. I terremoti sono stati avvertiti in entrambe le città. Ad oggi sono state registrate più di 100 scosse di assestamento.

Il terremoto è avvenuto alle 4:08 ora locale (2:08 ora belga) nella contea di Duzce, a una profondità di dieci metri. Secondo la Protezione civile turca, la scossa è stata di magnitudo 5,9, mentre l’Istituto geofisico americano di magnitudo 6,1.

uno sguardo. Una telecamera di sorveglianza registra come il pavimento inizia a tremare nel soggiorno

Si è buttato dal balcone in preda al panico

Il terremoto è stato seguito da numerose scosse di assestamento – più di 100 secondo la Turkish Disaster Management Agency – ed è stato avvertito anche a circa 200 chilometri di distanza, nei 16 milioni di abitanti di Istanbul e nella capitale turca, Ankara. Il panico regnava tra la popolazione. Non sono ancora stati segnalati decessi, ma decine di feriti.

Il ministro dell’Interno turco Suleyman Soylu ha riferito che almeno una persona è rimasta gravemente ferita. Stava per saltare dal balcone in preda al panico. Secondo il ministro non si hanno notizie di crolli di edifici. Tuttavia, più di 8.000 edifici sono stati esaminati per danni.

Dopo il terremoto, la gente ora preferisce restare fuori dalle proprie case nella contea di Duzce. © ANP/EPA

Oggi le scuole sono chiuse nelle province di Duzce e Sakarya. La National Disaster Agency riferisce che c’è un’interruzione di corrente a Duzce e invita i residenti a mantenere la calma.

placche tettoniche

Numerose placche tettoniche si confinano l’una con l’altra sotto il territorio della Turchia. Nel novembre 1999, un terremoto di magnitudo 6,3 ha ucciso circa 900 persone, sempre a Duzce. Nel settembre dello stesso anno, un forte terremoto di magnitudo 7,4 ha ucciso più di 17.000 persone nell’area intorno alla città industriale di Izmit, a circa 130 chilometri a ovest. Un terremoto a Izmir nell’ottobre 2020 ha ucciso più di cento persone.

Gli esperti prevedono inoltre che un forte terremoto colpirà Istanbul nel prossimo futuro.

Dopo il terremoto, la gente ora preferisce restare fuori dalle proprie case nella contea di Duzce.

Dopo il terremoto, la gente ora preferisce restare fuori dalle proprie case nella contea di Duzce. © ANP/EPA



READ  Oltre 150 attivisti per i diritti umani uccisi in 9 mesi in Colombia: presi di mira principalmente gli indigeni | All'estero