QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anche gli hacker del gasdotto coloniale potrebbero essere penetrati da soli | all’estero

DarkSide, un gruppo di hacker sospettati di un attacco informatico a Colonial Pipeline, potrebbe ora hackerare se stesso. Il gruppo è sospettato di aver attaccato il gasdotto coloniale con ransomware la scorsa settimana. Di conseguenza, uno dei più grandi gasdotti negli Stati Uniti si è fermato, il che continua a causare carenze di benzina.




Il gruppo di hacker DarkSide che si sarebbe infiltrato in un’importante azienda statunitense la scorsa settimana è ora la vittima più probabile degli hacker. Il gruppo non può più accedere al proprio blog e al riscatto che ha rubato. Il gruppo lo ha segnalato sul dark web. Hanno perso l’accesso a determinati server, affermano i responsabili della sicurezza informatica FireEye e Recorded Future.

Questa non è una buona notizia per il gruppo, poiché la criptovaluta ricevuta come riscatto sarebbe scomparsa dai loro server. Inoltre, non possono più utilizzare il loro blog attraverso il quale hanno inserito documenti rubati nel dark web. Di solito lo fanno per fare pressioni sulle aziende colpite a pagare un riscatto. Il gruppo non ha segnalato chi aveva disabilitato i server dell’hacker. Per ora gli esperti saranno in attesa. Non escludono che DarkSide si rompa e ritorni con un nome diverso.

Non DarkSide

La stessa Darkside nega che abbia qualcosa a che fare con l’attacco al gasdotto statunitense. Siamo apolitici e non ci occupiamo di geopolitica. Hanno detto che il nostro obiettivo è fare soldi e non creare problemi alla società. Secondo gli hacker, il loro ransomware sarebbe stato utilizzato da uno dei loro partner a pagamento. Questo è il motivo per cui promettono d’ora in poi di verificare prima cosa stanno pianificando i loro partner per il loro programma.

READ  Bitcoin e criptovalute non sono altro che una minaccia "limitata" alla stabilità finanziaria, afferma la Banca centrale europea (BCE) »Crypto Insiders

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden fa riferimento a un altro accusato. Secondo lui, la Russia sarà in parte responsabile dell’attacco al gasdotto coloniale. Ad esempio, ci sono prove che gli hacker o il loro software provenissero dalla Russia. Secondo gli esperti di sicurezza, il gruppo ha comunicato anche in russo.

Oleodotto coloniale di Oliedepot © Agence France-Presse

Una stazione di servizio è chiusa in America

Una stazione di servizio è chiusa in America © Reuters

Leggi anche:

L’attacco informatico paralizza il principale gasdotto degli Stati Uniti