QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anche oggi principalmente 50 sfumature di grigio e nero, come ho iniziato prima. Ma da dove vengono effettivamente le differenze di colore nelle auto? | Mobilità

Le prime auto erano tutte nere, proprio come i vagoni da cui scendevano. Negli anni ’70, le auto divennero improvvisamente molto colorate, ma ora i colori grigio opaco sono tornati di moda. Quando è nata l’idea di dare alle auto un colore speciale?


Eric Koenhoven, ADN


Ultimo aggiornamento:
22-10-22, 14:09


fonte:
Motore AD.nl, HLN

Il colore delle prime auto non era interessante. In realtà erano carrozze trainate da cavalli con motore, e oggi quasi tutte sono ancora non verniciate, e quindi color legno o nere. L’idea di dipingere diverse auto è nata secondo il quotidiano svizzero Blick.ch Solo quando furono organizzate le prime gare automobilistiche.

Secondo quanto riferito, il conte polacco-americano Elliot Morris Zborowski ha avuto per la prima volta l’idea di dipingere le auto secondo il codice colore assegnato al paese di origine del conducente. Questo avrebbe dovuto rendere più facile per gli spettatori distinguere chi era ovunque durante la gara. Beh, davvero utile.

giallo per il Belgio

I diversi colori furono usati per la prima volta durante la Coppa Gordon Bennett del 1900, iniziata a Parigi e terminata a Lione. Blu sta per Francia, bianco per Germania, giallo per Belgio e rosso per Stati Uniti. Successivamente il colore rosso passò in Italia. All’inizio, le auto britanniche erano di colore verde chiaro. È solo nel corso degli anni che questa è diventata la più oscura e famosa “British Green Race”.

Le auto di produzione sono rimaste per molto tempo noiose in termini di combinazione di colori. Solo dopo la seconda guerra mondiale, quando le case automobilistiche ritennero necessario liberarsi – anche visivamente – dalla muffa del dopoguerra, la tavolozza dei colori fu ampiamente utilizzata. Lamborghini è stata la base di questa trasformazione. Quando l’auto sportiva Miura fu introdotta, i clienti facoltosi potevano scegliere tra un numero senza precedenti di 86 diversi colori di carrozzeria.

READ  Nvidia Possibile Vittima di Cyber ​​Attack - Aggiornamento: Nvidia Hacking

Una Lamborghini Miura allo Zoute Grand Prix di Knokke-Heist questo mese. © Penny Prut

Woodstock e il potere del fiore

I colori sono stati ispirati dallo zeitgeist liberale di Woodstock e dal potere del fiore e “Fate l’amore non fate la guerraQuesta tendenza è proseguita negli anni ’70 con Porsche verde brillante, Opel Ascona arancio e Ford Caprice blu brillante.Anche negli anni ’80, il blu e il rosso erano ancora nei modelli più richiesti.Caratteristiche erano la Golf GTI rossa e la Porsche 911, che al fine degli anni ottanta erano le auto da sogno “junior” del secolo scorso. (La parola yup o yuppie deriva da un acronimo in inglese nell’originale Giovani professionisti urbani. Si riferisce a un giovane della classe medio-alta tra i venti ei trent’anni che lavora in città.)

Bentley

Negli anni ’90, i clienti volevano ancora una volta colori più calmi: argento e grigio erano i più popolari. nonostante. Negli ultimi anni, le auto sembrano diventare di nuovo più calde. Nel 1990, ad esempio, un’auto su cinque venduta nel mondo era rossa. Jill ha raggiunto il 10 percento della quota di mercato prima dell’inizio del secolo. Il verde aveva finito anni 90 Il colore dell’auto più popolare da diversi anni. Anche il blu è stato un “periodo di popolarità”, anche se un po’ più tardi: i primi anni 2000. L’arancione dorme sempre dall’1 al 2 percento, anche se dobbiamo ammettere che solo Lamborghini e McLaren stanno bene in arancione ed è lì che lo fanno non guidare. circa molto adesso.

Bentley è ancora orgogliosa di essere in grado di accogliere i clienti in qualsiasi colore desiderato, a condizione che il cliente porti un campione. Negli ultimi anni anche auto come la Mini e la Fiat 500 sono state ordinate con colori vivaci.

Bentley arancione.

Bentley arancione. © RV

Prezzo di mercato

Ora che l’economia ha iniziato a raffreddarsi, la domanda è se questa tendenza continuerà. Poiché agli automobilisti potrebbe piacere un colore speciale, il rischio di un basso tasso di cambio per l’ATV a colori assicura che la tavolozza dei colori della flotta odierna sia ancora composta principalmente da cinquanta sfumature di grigio. Oppure bianco, argento e nero. Circa l’80% delle auto vendute nel mondo nel 2020 avrà uno di questi colori.

Perché c’erano auto più colorate sulle strade negli anni ’90

La maggior parte delle auto colorate torna mai indietro, ma non sono in vendita

Un'auto rossa solitaria in un parcheggio pieno di belle macchine colorate.

Un’auto rossa solitaria in un parcheggio pieno di belle macchine colorate. © AFP