QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anche politici di spicco si stanno unendo a questo esercito di Internet, combattendo contro la propaganda russa

Se segui l’invasione dell’Ucraina sui social media, vedrai ora la comparsa di un amico virtuale a quattro zampe: Sheba, la mascotte dell’Organizzazione del Nord Atlantico Vilas. L’hashtag: NAFO.

Joel Decoller

La guerra in Ucraina ha aggiunto nuovi combattenti. Nel campo di battaglia virtuale. La loro mascotte è il cane Shiba Inu, che è diventato un meme di Internet dieci anni fa ma che ora è in prima linea nella lotta contro la propaganda russa. Le forze online solidali con l’Ucraina si sono riunite sotto il nome di Organizzazione del Nord Atlantico, o #NAFO, un riferimento alla NATO.

Anche l’ingegnere Bert Bloken, che si impegna a fornire la purificazione dell’aria nelle aule e nelle case di riposo, ha preso quel guanto e recentemente è diventato un membro. “Seguo la guerra perché ne sono profondamente colpito”, dice. I soldati russi inviano video nelle loro case di persone che torturano. Non sono un grande fan dell’ex primo ministro britannico Boris Johnson, ma ha ragione quando dice che questa è una battaglia tra il bene e il male. La NAFO è un club di persone che la pensano allo stesso modo, con due obiettivi: raccogliere fondi per la legione georgiana che combatte in Ucraina e combattere la disinformazione russa”.

immagine NAFO

grandi nomi

Concretamente, è così che funziona, dice Blokken: “Una delle persone che l’ha iniziato è ancora anonima, ma puoi trovarlo su Twitter sotto il nome di @Kama_Kamilia. Ci sono modi per donare denaro su questo account. Una volta fatto, invia un messaggio con il messaggio #fellarequest e uno screenshot del tuo batch. Dopo di che ottieni un avatar con Shiba Inu. Il movimento sta crescendo rapidamente. E alcuni voi ragazzi Ci lavoriamo per ore al giorno”.

Tanto voi ragazzi Anonimo, ma è noto che un certo numero di politici di spicco ne siano membri. L’ex presidente estone Tomas Hendrik Elves, il membro del Congresso degli Stati Uniti Adam Kinzinger e il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov – solo per citarne alcuni. Il club ha già ricevuto attenzione in Washington Post E il L’economista. Un divertente cyber esercito combatte l’esercito di troll russo con battute, battute e sarcasmo: è una notizia mondiale.

Una delle foto della NAFO che circolano su Twitter.  immagine NAFO

Una delle foto della NAFO che circolano su Twitter.immagine NAFO

Guerra ibrida

Oltre a Blocken, l’ex colonnello Roger Housen segue da vicino la NAFO. “Lo trovo molto eccitante”, dice Howsen. Questa è la prima guerra super ibrida della storia. C’è un campo di battaglia e sanzioni. Il cibo è usato come leva. C’è poco movimento sul fronte diplomatico, ma anche questo canale è importante. Ci sono anche attacchi informatici da parte della Russia, inclusa l’Estonia, che prendono di mira banche e istituzioni governative. E questa è la guerra sui social. È nuovo. Il denaro assegnato alla Legione georgiana ammontava a 400mila dollari. Ma la Nafo sta bombardando la propaganda russa con un massiccio contrattacco”.

Questo è ciò che ha detto prima Heusen. “I troll russi sono ben noti. Hanno giocato un ruolo nelle elezioni americane e francesi. Vogliono destabilizzare l’Occidente. Per quanto ne so, questa è la prima volta che questi troll vengono battuti”. voi ragazzi Ogni messaggio che inviano riceve una risposta con battute. Quindi sono stati presi in giro. Un ulteriore vantaggio è che le persone che non leggono un giornale o non guardano la TV sui social media rimangono all’erta sulla questione ucraina”.

null Immagine nafu

immagine NAFO

Come spesso accade sui social, può diffondersi una scintilla virale. Questo sembra accadere negli ultimi mesi e settimane con l’hashtag #NAFO, con già migliaia di post al giorno. “È un’attività popolare”, dice Howsen. I troll russi hanno il controllo, sono fabbriche. Questi sono cittadini comuni”.

Tuttavia, Housen vede anche potenziali rischi. “Sembra chiaro che stiano collaborando persone di alto rango e ben informate con un account anonimo. Non si può escludere la possibilità che organizzazioni come la CIA o altri servizi di intelligence vorrebbero partecipare alla guerra dell’informazione sotto l’hashtag #NAFO. Questo è perché non puoi fare tutto voi ragazzi Diffondilo, credilo e basta. Penso che i successi ucraini a Kherson siano stati amplificati ultimamente, per esempio. In guerra, ciascuna parte vuole controllare le informazioni. Non posso provarlo, ovviamente, ma sarei sorpreso se la CIA non cercasse di trarne vantaggio. di voi ragazzi nutrirsi di quella che potrebbe anche essere disinformazione”.

Fiamme Belang

È una battaglia utile? “Militarmente, non cambierà molto”, dice Howsen. E ha poca influenza sull’opinione pubblica in Russia, queste persone non lo vedono. Quindi rimane una camera d’eco per persone che la pensano allo stesso modo in Occidente”.

Un vantaggio che Housen vede è che sottovaluta i simpatizzanti del Cremlino, che rischiano di essere impantanati nel disprezzo di Shipu Ina e dei ragazzi. Penso a personalità come Thierry Baude nei Paesi Bassi, Marine Le Pen in Francia e Vlaams Billangers con noi. I politici che difendono la causa russa reagiscono molto rapidamente, quindi saranno più cauti. Anche se c’è un difetto in questo umorismo: la guerra è un atto sanguinario”.

“L’umorismo a volte è infantile”, dice Bert Bloken. “Ma è apposta. Questo cane sembra un po’ assonnato e indossa strani tratti. Questo è un modo discreto per convincere così tante persone a lavorare. ”

null Immagine nafu

immagine NAFO

READ  Il secondo round di negoziati tra Russia e Ucraina ha prodotto poco