QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Appello all’evacuazione nella città natale del presidente ucraino dopo l’attacco russo alla diga

L’approvvigionamento idrico è danneggiato e la città è priva di acqua potabile. Inoltre, il centro e un altro quartiere sono a rischio inondazioni “, ha affermato Tymoshenko. Ai residenti viene chiesto di tradurre le loro case”. Questa è una sfida per tutti noi, ma la situazione è sotto controllo “, ha aggiunto Tymoshenko al servizio di messaggistica di Telegram. “Tutti i servizi sono stati implementati per rimuovere la minaccia il più rapidamente possibile”.

Krivi Rig, a Dnipropetrovsk Oblast, ha una popolazione di circa 600.000 abitanti. L’esatta entità del danno alla diga e le conseguenze per l’ambiente non possono essere accertate, secondo la BBC. Il presidente Zelensky, nato in città, ha già risposto nel suo videomessaggio ai residenti. Secondo lui, la diga non ha alcuno scopo militare. “Nel Krivi Rig, viene fatto di tutto per limitare le conseguenze di un altro atto sporco della Russia. Un atto sporco, di cui possono godere i pazzi sostenitori russi, ma non salverà lo stato morale e psicologico dei soldati russi”.

Secondo l’Ucraina, la diga è stata oggetto di “rappresaglia” a un attacco missilistico russo, a causa dei notevoli progressi dell’esercito ucraino nel nord-est del Paese. Mosca non ha ancora risposto.

READ  Mokreb volta le spalle a Orban dopo i "commenti nazisti"