QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Arnar Vidarsson: “La trilogia di Unwacho è stata la tripletta più brutta di tutti i tempi” | tempo extra

Gli straordinari, la discussione di lunedì sera ha avuto luogo tradizionalmente durante lo scorso weekend di calcio. Sul tavolo di Frank Rice, c’erano Paul Onwacho, Arsenal e Joshua Zirkzee.

La tripletta più brutta di tutti i tempi

Arnar Vidarsson ha visto “la tripletta più brutta di tutti i tempi” a Genk, firmato Paul Onwacho. “Lo dico in modo molto positivo, perché devi essere in grado di forzarlo e lo fa”, afferma il belga islandese.

“Penso anche che sia fantastico che sia rimasto con il Genk e che il Genk sia stato in grado di tenerlo. Mi piace molto. È un vero portiere, solo le sue prime indagini a volte possono essere un po’ meglio”.

Philip Goss: “Ovviamente nessuno aveva abbastanza interesse per lui. Non capisco. Per una squadra come Brighton o Crystal Palace, per esempio, potrebbe essere oro”.

“Sambi Lukunga è molto amato all’Arsenal”

Lo scorso fine settimana c’è stata una spinta per l’Arsenal, che ha regalato al Tottenham una sconfitta per 3-1 nel derby di Londra. Philip Goss, che ha commentato la partita, ha dichiarato: “Finora hanno segnato 2 gol in 5 partite. Ora ne hanno segnati 3 in un tempo”.

“C’è del calcio. Ho anche la sensazione che Arteta sia un buon allenatore, ma non sempre lavora con questi ragazzi. Ma i tifosi l’hanno comunque supportata molto. Anche Arteta è stata accolta con passione prima della partita”.

Albert Sambi Lokonga era seduto sul divano. “Ora hanno Party, Xhaka e Odegaard. Sarà difficile per lui, anche se penso già che sia un calciatore migliore di Xhaka. È solo lì. Ma Lokonga ci arriverà. Anche quando arriva senti che è già amato.” Amano questo stile”.

Zerkezi mi ricorda Brod Gullit.

L’attaccante dell’Anderlecht Joshua Zirkzee ha giocato una bella partita contro Ostenda lo scorso fine settimana. Arnar Vidarsson è affascinato dall’olandese.

“L’ho trovato incredibilmente potente”, dice Fedarson. “Ha i piedi veloci. La sua abilità artistica è grande. Sono un fan. Mi ricorda un po’ la freddezza di Gullit, il mio idolo d’infanzia”.

“Una volta che prende la palla, c’è pace all’improvviso. Questa è una caratteristica dei grandi giocatori”, aggiunge Philip Goss.

Guarda l’episodio completo di Extra Time qui:

READ  Benvenuto "Big Rom": Lukaku guarda negli occhi la Juventus al suo primo ritorno in Italia | gli sport