QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Aumenti di prezzo per quasi tutti i prodotti nel nostro carrello

I prezzi sempre più elevati dell’energia filtrano dagli scaffali dei negozi. Gli ultimi dati mostrano che lo shopping è diventato il 9,62% più costoso in un anno. quale carrello Standard Riempito, costa il 6% in più rispetto a nove mesi fa. I prezzi di quasi tutti i prodotti sono aumentati.

Spaghetti, pesto, salsiccia, caffè… sono solo alcuni dei prodotti che paghi da oltre nove mesi. Standard Testato e riempito di frequente un carrello della spesa quasi identico in qualsiasi negozio Delhaize negli ultimi mesi. Il 19 ottobre 2021 abbiamo portato con noi tutti i prodotti a 89,51 euro. Il 28 luglio abbiamo versato in cassa 94,94 euro. Ciò rappresenta un aumento del 6,07%.

L’inflazione alimentare continua a crescere

L’aumento di prezzo è evidente per la maggior parte dei prodotti. Lo abbiamo notato di più con le frittelle di Liegi, gli spaghetti, le zucchine e un po’ di pane integrale. Il pane è meno sensibile all’inflazione al supermercato che al forno, dove i prezzi salgono più velocemente. È quasi impossibile riempire il carrello della spesa generale. Ad esempio, il prezzo del grasso per friggere è aumentato notevolmente negli ultimi mesi, ma non era nel nostro carrello. Anche il nostro carrello non conteneva molti latticini. Questo è anche uno degli aumenti più forti tra le materie prime al dettaglio.

Per alcuni prodotti si registra un leggero aumento dei prezzi in numeri assoluti. Ad esempio, abbiamo pagato 1,23 euro in più per un caffè, ma solo 14 centesimi per una zucchina. Tuttavia, il prezzo delle zucchine è aumentato più nettamente in termini relativi.

READ  I mutui stanno diventando molto più costosi: quanto, perché e cosa dovresti fare se vuoi prendere in prestito ora?

Confrontare i carrelli della spesa nel corso dei mesi non è un compito facile. A volte i prodotti ricevevano imballi diversi, in modo da avere un po’ più o meno contenuto. Può dare un’immagine distorta. Ad esempio, ora il vino arriva in una bottiglia da un litro e mezzo, il doppio rispetto a ottobre, e il livello del barattolo di maionese si è leggermente alzato. A volte i prodotti scompaiono dagli scaffali come con l’olio d’oliva biologico. È sparito dal nostro ultimo carrello della spesa, proprio come tanti prodotti lattiero-caseari che è ancora difficile confrontare correttamente a causa dei cambiamenti di gamma.

Aumento del tasso di interesse? Recessione? stagflazione? L’ABC dell’Economia ha spiegato

I nostri test mostrano uno sviluppo molto chiaro: tutti i prodotti sono diventati più costosi. Ci sono solo poche eccezioni a questo. Il falafel ha continuato il suo costo negli ultimi mesi, così come il vino rosso e le erbe provenzali biologiche. Il cioccolato del commercio equo e solidale costa 10 centesimi in meno e le barrette di qualità giovanile costano 30 centesimi.

I prodotti seguono il proprio percorso

Un grafico che mostra l’evoluzione del prezzo di ciascun prodotto ci dice che un prodotto ha ricevuto una nuova etichetta di prezzo molto più velocemente dell’altro. Ad esempio, un container Jupiler è diventato molto più costoso mesi fa, ma il suo prezzo è rimasto stabile negli ultimi mesi.

Altri acquisti hanno mantenuto il prezzo basso per lungo tempo e hanno mostrato solo l’andamento dei prezzi negli ultimi tempi. Questo è il caso di Nutella, pera, burro, broccoli e altri. Altri prodotti sono stati brevemente esauriti a prezzi più alti a gennaio e febbraio, mentre ora sono tornati sugli scaffali a un prezzo inferiore. Gli esempi includono il frangipane, il cavolo rosso con le mele e la pasta.

READ  Le parti sociali fiamminghe firmano un accordo per affrontare le carenze del mercato del lavoro | l'interno

Poi ci sono i riser costanti, che aumentano gradualmente il prezzo nel corso dei mesi. È il caso, ad esempio, di una lattina di caffè Douwe Egberts, pesce al forno, succo d’arancia, prosciutto, salsiccia di vitello e frittelle di Liegi.