QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Avvertimento del “pesce rosso selvaggio” del Minnesota: “pericoloso di quanto pensi”

A Burnsville, vicino a Minneapolis, sono stati recentemente recuperati dall’acqua diversi pesci rossi colossali, fino a dieci volte più grandi di un esemplare normale. I funzionari avvertono che il “pesce rosso selvatico” può distruggere altre specie di pesci e piante.

“Non rilasciare il tuo pesce rosso domestico in stagni e laghi!” Come affermato nella chiamata a Burnsville. “Diventa più grande di quanto pensi e contribuisce alla scarsa qualità dell’acqua fertilizzando i sedimenti del fondo e sradicando la vegetazione”.

Come la carpa, il pesce rosso può facilmente riprodursi e sopravvivere durante gli inverni del Minnesota a causa dei bassi livelli di ossigeno. Il Dipartimento delle risorse naturali del Minnesota ha avvertito che “alcuni pesci rossi possono sembrare un’aggiunta innocua alla vita acquatica locale per alcuni, ma non lo sono”.

Il pesce rosso può crescere da 5 a 12 cm all’anno, a seconda delle condizioni di vita. Se le condizioni di vita sono povere, come in una piccola ciotola, il pesce rosso non crescerà.

distruzione ambientale

La distruzione ambientale causata dal rilascio di animali domestici in un acquario non è nuova. Nel 1982, diversi pesci leone carnivori furono rilasciati in Florida, molto probabilmente da qualche appassionato di pesca. Originario dell’Oceano Pacifico, questo pesce leone ha già ucciso dozzine di specie dei Caraibi intorno alla Florida, permettendo alle alghe di invadere le barriere coralline.

Negli studi scientifici, i pesci rossi hanno ricevuto al momento meno attenzione rispetto ad altre specie invasive, come la carpa asiatica. Tuttavia, il Minnesota non è il solo ad avvertire del pesce rosso. Anche in Virginia e Washington, ma anche in Australia e Canada, è sconsigliato gettare pesci rossi nei laghi o nei fiumi.

READ  'Le autorità mi obbligano a farlo': donna si dà fuoco in diretta su Facebook dopo essere stata violentata da un politico | All'estero