QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Baciare una o tre mani?  Gli elefanti si salutano con le feci

Baciare una o tre mani? Gli elefanti si salutano con le feci

Proprio come gli esseri umani, anche gli elefanti non dovrebbero mancare di salutarsi quando si incontrano. Come gli esseri umani, anche gli elefanti hanno una gamma di saluti diversi, dai gesti ai suoni e una combinazione di entrambi. Ma non tutti i saluti sono ugualmente nuovi, come hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Vienna.

Ricerche precedenti hanno già dimostrato che gli elefanti hanno ampi rituali di saluto. Ma i ricercatori austriaci hanno scoperto solo di recente che in realtà dietro ogni suono o gesto c’è uno scopo. Hanno esaminato nove elefanti africani nello Zimbabwe e hanno scoperto che in realtà si salutano in modi speciali con l’obiettivo di migliorare la comunicazione reciproca.

Una combinazione di suoni e gesti

Gli animali sono stati osservati per un mese. I ricercatori hanno poi contato 89 saluti reciproci, almeno un migliaio di comportamenti fisici e circa trecento suoni, secondo l'articolo pubblicato sulla rivista scientifica. Biologia della comunicazione. Gli elefanti incorporavano anche suoni e gesti. Grazie alla loro buona memoria, sanno sempre chi sono con questi saluti diversi.

Non solo gli elefanti usano combinazioni di gesti e suoni per riconoscersi, ma i diversi saluti dipendono anche dal sesso dell’altro. Ad esempio, il battito delle orecchie con ringhio era comune tra le femmine, mentre i maschi si salutavano principalmente estendendo le proboscidi l'uno verso l'altro.

La differenza nel saluto tra un elefante maschio e una femmina

Inoltre, le femmine di elefante di gruppi diversi sembrano avere forti legami tra loro. Usano saluti diversi per rafforzare i loro legami sociali. I maschi, invece, hanno legami sociali più deboli. I loro saluti servono soprattutto a ridurre il rischio di litigare con un altro maschio.

Ma non tutti i saluti consistevano in paraorecchie, barriti o ringhi. Oltre il 70% dei saluti prevedeva una scena un po' sgradevole: far rotolare uno stronzo come saluto. L'olfatto probabilmente gioca un ruolo importante nel riconoscere i conspecifici. Anche la minzione era una parte regolare del rituale di saluto reciproco.

SÌ! Questo è ciò che celebriamo a Pentecoste e perché sei libero il secondo giorno di Pentecoste

Marco Schweitmaker mette in guardia i bambini con una parodia della canzone di successo sulle truffe sulle vendite di Fortnite nel gioco Even Tot Hier: “I vostri soldi verranno derubati in malo modo”

Hai notato un errore? Scrivici. Ti siamo grati.

Commenti

READ  Microsoft ti permette di cancellare la tua password per sempre