QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Belgio – Italia a Eindhoven: ‘Questa è davvero la fine’

In attesa delle impostazioni sulla privacy…

Tom Lennards e Giorgio Ferrari vivono a Eindhoven

1/2 Belgio contro Italia nei quarti di finale dell’Europeo

Conto alla rovescia per i quarti di finale del Campionato Europeo, il match tra Belgio e Italia venerdì sera. In particolare Tom Lenerts, un belga di Eindhoven e Giorgio Ferrari, un italiano di Eindhoven. Entrambi hanno già i nervi a fior di pelle.

Immagine del profilo di Janake Posh
Dall’autore

Janake Bosch

“Non puoi vederlo ora, ma le mie gambe tremano sotto il tavolo”, ride Tom Lenerts. Il Belgio vive a Eindhoven e attende con ansia la partita di venerdì sera. “Ma ho fiducia: abbiamo solo bisogno di tre occasioni, e poi facciamo gol una o due volte”, dice.

“Il Belgio ha buoni giocatori, ma l’Italia ha una squadra affiatata. Questo sarà il fattore decisivo”.

Vuole tifare Belgio nei Paesi Bassi, e ora l’arancia è già stata rimossa. “È divertente perché vivo in Olanda. È sempre stato un grosso problema per noi. Penso che accadrà una seconda volta”.

Il Campionato Europeo è ancora in pieno svolgimento per Giorgio Ferrari. “Sono italiano nel cuore e nell’anima. Sono sempre stato prima in Italia e poi in Olanda”. Pensa che l’Italia abbia una chance contro i belgi. “Il Belgio ha alcuni dei migliori giocatori individuali, ma l’Italia è una squadra unita. Penso che sarà il fattore decisivo”.

Tom, ovviamente, la pensa diversamente. “Il Belgio ha davvero delle superstar, l’Italia ha una squadra, ma anche noi abbiamo una squadra. Quei ragazzi hanno giocato insieme per così tanto tempo. E: abbiamo solo bisogno di due occasioni per segnare una volta. Ma non sarà così facile, pensa Giorgio. “Guarda, hanno Lukaku, ma gioca in Italia. I nostri difensori lo conoscono. Non può mai segnare contro i nostri difensori. Poi il Belgio non può segnare. Lo faremo”, sembra fiducioso.

“Se vinciamo stasera, penso che saremo campioni”.

I due sono d’accordo su una cosa: la partita di venerdì sera è in realtà la finale dell’Europeo. “Credo di sì”, dice Tom. “La nostra ultima partita contro il Portogallo, ma se stasera vinciamo… ma non si sa mai. Dopo quella sorpresa con la Svizzera, non si sa mai”.

Anche Giorgio pensa che il venerdì sera sia un gioco. “Se vinciamo stasera, possiamo diventare campioni. Sì. Dobbiamo ancora giocare contro la Spagna, credo. Ma se puoi avere i belgi, anche la Spagna dovrebbe poterlo fare”.

E poi ovviamente i risultati. 2-0, pensa Giorgio, “all’Italia”. Tom va 2-1. “Poi l’ultimo gol arriva negli ultimi due minuti”.

Usaci!
Hai visto un errore o un commento su questo articolo? Ci contatti per favore.

In attesa delle impostazioni sulla privacy…

READ  Arrestato in Italia coinvolto nell'attentato terroristico di Nizza