QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Bob Peters diventa direttore generale dell’SK Beveren: “Il primo compito è nominare un allenatore”

Bob Peters diventa direttore generale dell’SK Beveren: “Il primo compito è nominare un allenatore”

L’SK Beveren riporta una vecchia conoscenza per ‘definire le linee sportive’: Bob Peters (50) inizierà a lavorare al Freethiel come direttore generale. “È la persona ideale per delineare una visione sostenibile a lungo termine per il nostro club”, si legge nella dichiarazione.

Freethiel non è un territorio inesplorato per Bob Peters. In realtà ha lavorato lì per un po’ nel 2013-14 ed è riuscito a salvare Beveren dall’allora terzo posto nei playoff.

Da allora Peters ha sviluppato un curriculum ampio e vario come allenatore e ora si sta trasferendo in modo straordinario nelle Fiandre orientali.

Peters diventa direttore generale della squadra di seconda divisione. “Delineerà il progetto sportivo nelle prossime due stagioni”, ha scritto Beveren. Il suo primo compito sarà quello di nominare un allenatore e formare lo staff sportivo”.

“Bob fungerà da cassa di risonanza per lo staff e, con la sua vasta esperienza come allenatore, li supporterà attivamente nella successione e nello sviluppo dei giocatori. Sarà anche responsabile della politica di reclutamento del club, con un focus maggiore rispetto a quello sul reclutamento. politica del club.” “Il recente passato si è concentrato sulla formazione, sull’attrazione e sullo sviluppo di giovani talenti.”

“In linea con questo focus, Peters non sarà solo responsabile della prima squadra, ma seguirà anche da vicino il lavoro dei giovani. L’obiettivo è quello di dare un nuovo slancio all’attuale struttura e sviluppare e diffondere i locali per incoraggiare i talenti per la prima squadra.”

“Bob era la scelta più ovvia”, afferma il CEO Antoine Jobin. Ha aggiunto: “Ha dimostrato di essere molto entusiasta e di voler accettare la sfida di stare un po’ lontano dal campo, ma pur sempre vicino agli allenatori”.

“Bob conosce la competizione e la scena calcistica belga dentro e fuori e ha un bel ricordo del suo periodo al Beveren. Essendo un prodotto di una rinomata accademia giovanile e con la sua vasta rete in Belgio e Olanda, ha dato opportunità ai giovani giocatori in ogni occasione club in cui lavorava.”

“Questo lo rende la persona ideale per aiutare l’SK Beveren nelle prossime stagioni a tracciare una visione sostenibile a lungo termine per questo club”.