QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Boko Haram, leader del gruppo terroristico nigeriano annunciato (di nuovo) ucciso fuori dal Paese

all’esteroIl gruppo dello Stato islamico in Africa occidentale (ISWAP) ha confermato in una registrazione audio l’uccisione di Abubakar Shekau, il leader del famigerato gruppo ribelle nigeriano Boko Haram.




Shekau si è fatto esplodere a metà maggio quando i militanti del gruppo dello Stato Islamico lo hanno inseguito in Africa occidentale, secondo una persona nella registrazione che afferma di essere Abu Musab al-Barnawi, il leader del gruppo terroristico. Due persone che conoscono Al-Barnawi confermano a Reuters che lo è. Lo Stato islamico in Africa occidentale faceva parte in precedenza di Boko Haram.

Il mese scorso, il Wall Street Journal ha riportato la morte di Shekau basandosi, tra le altre cose, sulla comunità dell’intelligence, dopo che all’inizio della settimana era stato rivelato che era stato gravemente ferito in un tentativo di suicidio. C’è una lettura simile nel giornale di come morì Shekau.

Shekau, 48 anni, guida Boko Haram dal 2009. Il movimento estremista islamista è noto, tra le altre cose, per il rapimento di quasi trecento scolari. Shekau è stato descritto come uno dei terroristi più brutali ed efficaci del mondo, che ha scatenato una guerra di religione in Nigeria e in tre paesi vicini. La sua morte è stata erroneamente annunciata molte volte dal governo nigeriano.

Boko Haram è anche accusato di aver usato bambini in attentati suicidi. Il gruppo è accusato di essere responsabile di numerosi attentati e decine di migliaia di morti in Nigeria, Niger, Camerun e Ciad. Tra i due ei tre milioni di persone sono state sfollate.

READ  Elezioni presidenziali ecuadoriane: il partito Laso vince dopo ...

© AFP

Reuters

© Reuters