QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Bolingo si tuffa sotto il limite olimpico a 200 metri, Thiam Optimistic | Atletica

Nella volata dei 100 metri Bolingo ha subito confermato di essere al meglio. Ha dato il meglio di sé a 11″28 e così è salita al secondo posto nella classifica belga di tutti i tempi. Ha superato Rani Roseus e deve Kim Gevert è ancora tollerante.

Nella corsa dei 200 metri, Bolingo ha continuato la sua corsa. Si è tuffata per la prima volta in meno di 23 secondi. Il cronometro si è fermato dopo le 22.79, cento in meno del limite consentito per i Giochi, e il Bolingo si era già qualificato per le Olimpiadi 400 metri prima.

È anche salita al terzo posto nella classifica di tutti i tempi belga per i 200 metri. “Sapevo che le mie gambe erano sotto i 23 gradi”, ha detto Bolingo in seguito.

“In effetti, non ho fatto progressi rilevanti nei 100 e 200 metri dal 2015 e questo inizia a frustrarmi. Anche se ora mi sto concentrando sui 400 metri, è un bene che ora possa anche stabilire i miei record a le distanze più brevi Affilatura.”

“E quel limite olimpico nei 200 metri? Devo ammettere che ci speravo. Un raddoppio a Tokyo sembra impossibile e le mie possibilità sono ancora più alte nei 400 metri, ma è una buona stima soggettiva”.

Ai Campionati belgi di atletica leggera della prossima settimana correrà il Bolingo di 200 metri.

Nafeh Thiam ha corso anche i 200 metri a Neville sabato. Ha terminato la gara alle 24:48, millecento più lenta dei suoi migliori. “So su cosa lavorare di nuovo”, ha detto in seguito il campione olimpico (nell’eptathlon).

READ  Direttore sportivo e Yates! Come possono i belgi vincere il Premio Amstel? | L'Amstel Gold Race

“Non corro i 200 m da molto tempo, quindi è ancora un po’ la ricerca della giusta cadenza”, ha detto Thiam. “Quindi non è male che mi sono subito avvicinato a un decimo del mio meglio.”

“La cosa più importante è che so su cosa lavorare di nuovo. Non devo andare a Tokyo con la migliore figura nei 200 metri”.

“Non direi che questo crono mi dà fiducia, ma anche che non mi dia fiducia. Non è la mia specialità e inoltre questa settimana mi sono allenato duramente. Non mi sono riposato per questa gara. È così bello che questo continui.”

A Thiam piaceva anche la sua amica Cynthia Bolingo. “Era una locomotiva, ma era una locomotiva che andava troppo veloce per me”.

Il Seven Star ha debuttato con piedi e ginocchia nastrati. “Niente di grave, se fosse grave non sarei qui all’inizio. Non corro alcun rischio.”

Nel frattempo, Thiam ha anche deciso che tipo di disciplina completerà ai Campionati belgi di atletica leggera la prossima settimana. Lì scegli il salto in alto. Tre giorni dopo, la sua preparazione olimpica si è conclusa con i 100 metri a ostacoli a Liegi.