QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Borse di studio Golf + 2021 – Kidney Foundation

Consigli nutrizionali per prevenire la calcificazione vascolare
I pazienti renali hanno maggiori probabilità di morire per malattie cardiovascolari rispetto ad altri. Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte tra questi pazienti. Un motivo importante per questo è la calcificazione vascolare. Jeroen de Baaij (Radboudumc) vuole sviluppare una dieta in cui i pazienti possano prevenire la calcificazione vascolare e quindi ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Leggi di più

Ricerca sullo sviluppo dei reni dei neonati pretermine
Nei bambini nati prematuramente, lo sviluppo dei reni non è completo. Questo porta a tutti i tipi di problemi di salute più avanti nella vita. Professore Dott. Il Dr. Michael Schroeder (Radbodomk) e colleghi dell’Università di Maastricht UMC+ stanno studiando se la crescita renale può essere stimolata per ridurre gli effetti avversi a lungo termine. I ricercatori vogliono sviluppare un trattamento in cui le cellule staminali vengono utilizzate per aiutare i reni prematuri durante lo stress infiammatorio perinatale per consentire ai filtri del rene di accumularsi il più possibile. Leggi di più

Ricerca sull’accumulo di sale sotto la pelle
Negli ultimi anni è diventato chiaro che il sale può accumularsi sotto la pelle. Una scoperta, secondo il nefrologo in formazione Rick Olde Ingebrink (Amsterdam UMC), potrebbe essere rilevante per il trattamento del danno renale cronico. Ha ricevuto una borsa di studio Kolff dalla Kidney Foundation nel 2021 per condurre ricerche sulla questione. Leggi di più

Trova sostituti del sale migliori
È noto che, in media, consumiamo molto più sale di quello che ci fa bene. Questo è pericoloso, perché troppo sale può danneggiare irreparabilmente i reni. Porta anche a pressione alta e malattie cardiovascolari. Ora il sale dietetico, che è anche chiamato sale di potassio, ha un effetto di riduzione della pressione sanguigna. Ma il sale di potassio funziona anche per i malati di rene? Questo è indagato dal professor Ewott Horn (Erasmus MC) con una sovvenzione dalla Kidney Foundation. Leggi di più

READ  Ridderkerks Dagblad | Sono stati segnalati 65 decessi per coronavirus, il più alto in quasi 9 mesi

Gli anticorpi HLA prevengono il rigetto
Un trapianto di rene è il miglior trattamento per la maggior parte dei pazienti con insufficienza renale. Tuttavia, il successo del trapianto è limitato dalle reazioni di rigetto, che a volte portano alla perdita prematura del rene del donatore. In questo rigetto, gli anticorpi del paziente contro le cosiddette proteine ​​HLA del donatore svolgono un ruolo importante. Henny Otten (UMC Utrecht) vuole sviluppare un trattamento in cui gli anticorpi del ricevente non possono legarsi alle proteine ​​HLA del donatore e non danneggiano. Quindi il paziente ha maggiori possibilità di ottenere un rene da un donatore. Leggi di più

Rilevamento dei danni da FSGS
La glomerulosclerosi focale segmentaria (FSGS) è una grave malattia renale che causa un’eccessiva perdita di proteine ​​attraverso le urine e, infine, la perdita della funzione renale. La causa esatta di FSGS è sconosciuta. È chiaro che la malattia colpisce principalmente alcune cellule dei filtri dei reni: i calcoli. Probabilmente contiene uno o più “fattori FSGS”, che sono sostanze nel sangue che danneggiano i podociti. La natura dei fattori FSGS è sconosciuta e ha sconcertato i ricercatori per decenni. Con il supporto della Kidney Foundation, Rutger Maas sta esaminando questi fattori e anche se possono prevenirli. Leggi di più

Migliore valutazione delle biopsie renali
Il rigetto è un grave problema per i pazienti che hanno donato reni. L’identificazione precoce del potenziale rigetto è essenziale e il modo più affidabile per farlo è attraverso una biopsia renale. La biopsia viene valutata al microscopio da un patologo, utilizzando la cosiddetta classificazione di Banff: un sistema di punteggio internazionale in cui vengono valutati numerosi elementi, come il grado di cicatrizzazione renale e la valutazione della presenza, posizione e quantità di cellule infiammatorie. Jeroen van der Laak (Radboudumc) vuole migliorare questo sistema con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. L’obiettivo della sua ricerca è quello di sviluppare un algoritmo informatico in grado di valutare in modo accurato e ricorsivo più elementi della classificazione di Banff, in modo da migliorare l’assistenza ai pazienti trapiantati. Leggi di più

READ  Il virologo Johann Nets si aspetta una cura per il Covid in autunno

La ricerca di una migliore diagnosi nel rigetto mediato da anticorpi
Nei pazienti con rigetto mediato da anticorpi, gli anticorpi del sistema immunitario tentano di neutralizzare l’organo donatore. Inizia con l’infiammazione dei capillari renali che causa un danno vascolare graduale a lungo termine e l’eventuale perdita dell’innesto. Bram Heijs della LUMC ritiene che l’infiammazione e il danno vascolare nei reni trapiantati siano preceduti da cambiamenti metabolici che non possono essere osservati al microscopio ottico e che determinano la prognosi e la risposta al trattamento. Con i risultati di questa ricerca, è possibile trovare prove per lo sviluppo di nuovi trattamenti. Leggi di più

La fibrosi nei trapianti di rene
L’insufficienza del trapianto renale a lungo termine è uno dei principali problemi irrisolti nel trapianto renale, poiché i pazienti trapiantati necessitano in media di un altro donatore di rene tra 10 e 15 anni dopo. Raphael Kraman di Erasmus MC ritiene che le cicatrici nei reni (fibrosi) siano il risultato finale di quasi tutte le forme di danno renale cronico. Kraman condurrà una serie di esperimenti per rilevare la fibrosi nei trapianti di rene. Leggi di più