QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Buone notizie per Van Aert: Van der Poel non andrà per la maglia verde al Tour | gli sport

Giro di FranciaCon Peter Sagan che mostra in Svizzera di poter vincere di nuovo, Wout van Aert ottiene un contendente per il green al Tour. Con Mathieu van der Poel viene eliminato un potenziale avversario: negli sprint a squadre, Alpecin-Deceuninck, come viene chiamata la squadra dal 1 luglio, punta tutto su Jasper Philipsen.

Jasper Philipsen sembra nitido. 72 kg secco all’amo, dopo l’allenamento in quota nella località di La Plagne, sulle Alpi francesi. Il 24enne corridore di Hamm sta affrontando un mese importante. Prima prova ad iscriverti agli sprint per il Baloise Belgium Tour – con l’ultima tappa preferita domenica, quando la pista passa per il suo villaggio. Dopo di che il campionato belga a Middelkerke, dove ha iniziato la sua squadra di 25 concorrenti e poi il tour. Nella selezione Alpecin-Deceuninck Tour, Philipsen è preferito a Tim Merlier come velocista. “L’anno scorso sono arrivato secondo tre volte e terzo nel Tour. Quest’anno voglio assolutamente vincere. Ho lavorato duramente per essere il migliore in questo periodo”, afferma Philipsen.

Jasper Phillips. © Foto Notizie

Philipsen si gioca ad Alpecin-Deceuninck come leader negli sprint. La maglia verde per la classifica a punti non è la sua ambizione. “Non sono ancora green, fammi provare a vincere una prima tappa. A proposito, se qualcuno come Wout Van Aert puntasse alla conservazione dell’ambiente, sarebbe molto difficile per me fare lo stesso”.

Calcolo biliare di Arenberg

Chi può sfidare Van Aert, è il suo compagno di squadra Matthew van der Poel. L’olandese sta facendo un corso in quota a Livigno e sta cercando di prepararsi al meglio per il tour dopo un duro incontro. Ad Alpecin-Deceuninck, non vogliono impilare Van der Poel con molta pressione. Il verde non è ambizioso. Logicamente. Chiunque miri a diventare verde dovrebbe prendere parte agli sprint di squadra, ma è in quelle fasi che Philipsen prende fiducia e la sua carta è saldamente pescata. Van der Poel si unirà come leader di tappa e punterà a tappe più impegnative come la tappa acciottolata ad Arenberg e lo sprint in salita a Longwy durante la prima settimana.

Se tutto andrà secondo i piani e Philipsen e Van der Poel rimarranno senza infortuni durante il Tour, Alpecin-Deceuninck non aspirerà a essere verde. Quindi Wout van Aert ha due concorrenti meno forti.

BELGA

© BELGA

Victor Campanaerts, che guida con le farfalle nello stomaco, si adatta al tour: “a volte lascia andare lo stress e la tensione”

Un test (modello) riuscito per Van Aert con l’obiettivo del Tour, ma niente di più perché… non c’è la maglia verde simmetrica

READ  Dramma a Rund van Limburg: Boss Van Moore guida male, Merlier vince | Ciclismo