QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Café Popolare: Collegare l’Italia al resto del mondo

In un momento in cui la condivisione dei piatti sta diventando il nuovo standard nel settore dell’ospitalità, Café Popolare punta sulle aree fusion che collegano l’Italia al resto del mondo.

Dalla strada in cui si trova, questo indirizzo, riconvertito ristorante giapponese dedicato al teppanyaki, è facilmente trascurabile. Per inciso, questa non è l’unica battuta d’arresto che deve affrontare il Caffè Popolare, duramente colpito dall’emergenza sanitaria. Tuttavia, questa struttura è ancora opera del team dietro le tre filiali di MiTo (abbreviazione di ‘Milano-Torino’). E se lo merita.

Il concept è intrigante: un ristorante di ispirazione italiana che propone prodotti con specialità da tutto il mondo, dall’Asia al Messico. Questa formula si presenta sotto forma dell’onnipresente concetto di condivisione del cibo. Pensò intelligente: per evitare che l’ospite a cena cada vittima della sua stessa natura loquace, lo chef Edward Gilbert porziona i piatti su richiesta in modo che nessuno esca affamato.

Tra i punti di forza di questo locale va menzionata la bella decorazione. Ti immagini in un ristorante chic londinese, perfetto per una cena di gruppo, arredato con materiali pregiati e decorato con pezzi raccolti dai mercatini delle pulci (lampade italiane degli anni ’50 e ’70).
Tra i menù a spicchi (“Vege”, “Bess”, “Corn”, “Street Food” e “Focaccia”) c’è la migliore “Pancetta” (11€), un pane super succoso che ricorda la pancetta, il provolone, la salsa barbecue. E le cipolle rosse si uniscono. Interessante anche il carpaccio di manzo Holstein (€ 15), le sue verdure delicatamente ammorbidite da nocciole, sottaceti di verdure e crema all’aglio.
Da segnalare i quattro tacos (12€) che abbinano in modo originale la spalla di agnello sminuzzata con una salsa di gremolata ispirata all’ossobuco. Nello stesso spirito anticonformista, da segnalare i due ‘panini di maiale’ (13€), che uniscono cavolo rosso e pancetta di maiale in una morbida brioche.

READ  Corona Pass è necessario nei ristoranti italiani presto

La carta dei vini presenta alcune chicche vivaci, come un Teroldeco 100% (€45) di Elisabetta Foratori o un simpaticissimo Morrox di Domaine Belle (€43).

Caffè Popolare Rue Provoost 86, Ixelles, 02-852.55.54, www.cafepopolare.com
mar > ven 17 > 1:00, sab 11 > 1:00, dom 11 > 21:00 (venerdì: sab e dom 11 > 15:00)