QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Cancro e un problema al cuore: la migliore squadra pronta

Bambini con un tumore vicino al cuore. Anche i bambini con un difetto cardiaco congenito si ammalano di cancro. Bambini con insufficienza cardiaca o pressione alta nei polmoni a causa degli effetti collaterali dei trattamenti antitumorali. La somiglianza tra questi gruppi di pazienti nei Paesi Bassi è che ricevono cure a Utrecht. I medici del Wilhelmina Children’s Hospital e del Princess Máxima Center – il centro di oncologia pediatrica del nostro paese – lavorano insieme per fornire la migliore assistenza possibile. “Senza un cardiochirurgia pediatrica ravvicinata, non saremmo in grado di offrire al paziente questa alta qualità”.

Kim Van Lun ha una sotto-specialità speciale. L’anestesista pediatrico del Wilhelmina Children’s Hospital (WKZ) è specializzato nell’anestesia di pazienti con un difetto cardiaco. Al Children’s Heart Center, lei ei suoi colleghi si assicurano che i ragazzi e le ragazze – con coscienza ridotta – siano sedati o sedati prima di un’operazione. Durante il trattamento stesso, sei in stretto contatto con il chirurgo per mantenere il paziente il più sicuro possibile.

Ottima vestibilità

Questa conoscenza ed esperienza è molto utile anche per alcuni dei bambini visitati al Centro Princess Máxima, il Centro olandese di oncologia pediatrica. Si tratta di ragazzi e ragazze che frequentano il tema “Cuore” e il tema “Cancro”.

Ospedale

“Si tratta di gruppi relativamente piccoli di pazienti che vogliamo, proprio come altri pazienti, fornire la migliore assistenza possibile”, afferma Mark Wiggin, chirurgo pediatrico e professore di oncologia chirurgica pediatrica. Ogni anno curiamo una ventina di bambini con tumori vicini al cuore. Vediamo lo stesso numero nei bambini con un difetto cardiaco congenito che hanno anche il cancro. Inoltre, ogni anno aiutiamo una cinquantina di ragazzi e ragazze che soffrono di danni cardiaci o polmonari a causa di cure oncologiche. La migliore assistenza possibile è possibile solo in queste tre categorie lavorando a stretto contatto come Máxima e WKZ. I piccoli pazienti ei loro genitori sperimentano, per così dire, che hanno a che fare con un ospedale.

READ  Collaborazione più intensa per la cura delle donne in gravidanza affette da diabete | Notizie Zeewold

valutazione del rischio

Un buon lavoro di squadra inizia con una buona preparazione. Ad esempio, quando un bambino ha un tumore nella cavità toracica vicino al cuore. Idealmente, un chirurgo può rimuovere il tessuto tumorale, un’operazione toracica, ma a causa della posizione vulnerabile, ciò non è sempre possibile. Kim Van Loon: “Insieme apprezziamo i rischi dell’anestesia e del trattamento chirurgico. Quanti danni può subire un bambino? Facciamo una valutazione il più accurata possibile. Se riteniamo giustificato il rischio, consigliamo ai genitori e al bambino di sottoporsi ad intervento chirurgico. Quindi discutiamo l’approccio in anticipo per mantenere il danno il più limitato possibile. D’altra parte, se i rischi sono troppo grandi, il trattamento con i farmaci è la prima scelta”.

felice

Mark: Con questo tipo di problema complesso, organizziamo consulti in cui il paziente viene osservato dal punto di vista di diverse specialità mediche. Si tratta di un chirurgo pediatrico di Máxima, un radiologo, oncologo pediatrico e anestesista con una sottospecialità in cardiologia del WKZ. Questo tizio, a cui appartiene Kim, si chiama per esteso: anestesista cardiaco pediatrico. “Eseguiamo operazioni in cui è molto importante per l’anestesista comprendere i bambini con alterazioni circolatorie. Ci si può davvero aspettare questa conoscenza solo da un anestesista cardiaco pediatrico. In qualità di chirurgo presso il Centro di oncologia pediatrica, mi considero fortunato ad essere così vicino a il Children’s Heart Center in WKZ Senza il Pediatric Heart Center, non ci sarebbero anestesisti cardiologici pediatrici e senza anestesisti cardiaci pediatrici, non ci sarebbe un’assistenza ottimale per i pazienti con problemi all’interfaccia tra cancro e cuore.

sangue e ossigeno

In sala operatoria è richiesto anche un attento lavoro di squadra tra chirurgo pediatrico e cardioanestesista pediatrico. Kim: “Diciamo che un paziente ha una massa tumorale molto grande nel torace. L’anestesia e gli interventi chirurgici possono interrompere due cosiddette funzioni vitali: niente più aria che entra nei polmoni o niente più sangue che scorre attraverso il cuore. Come un anestesista cardiaco pediatrico , Monitoro costantemente la respirazione e la circolazione e apporto modifiche quando si presenta un problema. O meglio ancora: prima che si presenti un problema. Posso fare quest’ultimo grazie alla stretta comunicazione con il mio chirurgo pediatrico.”

READ  Aumento del rischio di infezione da Legionella al rientro dalle ferie

Precauzioni

Fa un esempio: “Mark o il suo collega annunciano che eseguirà una certa azione che ostruirà il flusso sanguigno al cuore. Quindi prenderò le precauzioni necessarie per garantire che questa funzione vitale rimanga buona in futuro. Ciò che conta è che entrambi comprendete l’effetto delle azioni su due funzioni vitali di base nel corpo.

lavorare come una squadra

Mark: “Poiché i membri del team chirurgico lavorano spesso insieme, acquisiamo sempre più esperienza e entriamo in sintonia tra loro. Il team di solito è composto da uno o due chirurghi pediatrici, uno o due anestesisti cardiaci pediatrici, un centro di terapia intensiva medico, e un oncologo, e un radiologo.”

quaranta anestesia

Per alcuni pazienti è necessario sottoporsi ad anestesia quaranta volte. Beneficiano di una collaborazione diversa: quella tra anestesisti cardiaci pediatrici di WKZ e anestesisti di Máxima.

È tutto sullo stesso sito

Kim spiega: “L’oncologo monitora attentamente i risultati del trattamento. Ad esempio, quanto è grande il tumore dopo la radioterapia? Esistono diversi modi per ottenere informazioni su questo, ad esempio una scansione MRI o un’altra tecnica di imaging. Durante questa sessione, si devi rimanere fermo per molto tempo. Molti bambini, specialmente quelli molto piccoli, non possono farlo. Ecco perché vengono sottoposti ad anestesia. Durante il processo di trattamento presso Maxima può essere necessario rivedere la condizione fino a quaranta volte; questo significa anche sottoporsi ad anestesia quaranta volte. Grazie per la collaborazione tra Máxima e WKZ, tutto questo può essere fatto nello stesso sito a Utrecht.”

Elusione fiscale

Mark: “Senza le conoscenze e le competenze immediatamente disponibili per un anestesista cardiaco pediatrico del WKZ, questi bambini dovrebbero andare in un altro ospedale per i controlli tutte quelle volte. Tutto quel viaggio sarebbe molto stressante e quasi impossibile per il paziente”.

Questa cartella contiene informazioni video aggiuntive. Scansiona il codice QR in alto con il tuo telefono per guardare questo video. Oppure guarda il video su: