QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Capo NATO Stoltenberg: Non è colpa dell’Ucraina

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha accusato la Russia del micidiale attacco missilistico della Polonia, anche se molto probabilmente si trattava di un missile ucraino. Se il presidente Putin smette di combattere, arriverà la pace”.

“L’indagine è in corso e dobbiamo attendere i risultati, ma non vi è alcuna indicazione che questo sia stato il risultato di un attacco deliberato. Non vi sono inoltre indicazioni che la Russia si stia preparando a condurre operazioni offensive contro la NATO. Forse deve fare con cannoni antiaerei ucraini contro un missile da crociera russo.Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, che ha appena tenuto una conferenza stampa al termine di una riunione del Consiglio Nord Atlantico (Cna). Il presidente polacco Andrzej Duda. Ha detto che si trattava di “vecchio materiale proveniente dall’Unione Sovietica” ma “non ci sono prove che la Russia lo abbia chiamato”.

Articoli 5 e 4 del Trattato NATO. Tuttavia, la NATO attribuisce la responsabilità al presidente russo Vladimir Putin. Sia chiaro, non è colpa dell’Ucraina. La Russia si assume la piena responsabilità qui.

Putin ha creato queste situazioni pericolose

Stoltenberg ha sottolineato che è stata la Russia a invadere l’Ucraina a febbraio e che tutto ciò che è accaduto ieri ne è una diretta conseguenza. Questo è il risultato della brutale guerra della Russia in Ucraina e della massiccia ondata di attacchi missilistici di ieri. Ovviamente, l’Ucraina ha il diritto di abbattere quei missili.

Stoltenberg non poteva o si rifiutava di dire se fossero stati trovati frammenti del missile da crociera russo, che le difese aeree ucraine stavano prendendo di mira. Non voleva pregiudicare le indagini. L’Ucraina ha già indicato di voler condurre le indagini.

READ  "Sto cercando di dare un senso a quello che è successo qui": Biden mette di nuovo in discussione la salute mentale dopo l'incidente alla conferenza stampa

Stoltenberg si è lamentato del fatto che la Cina non condanni molto di più la Russia e sia distaccata dalle risoluzioni delle Nazioni Unite. A volte includono anche la Russia nel discorso. Ma ancora una volta, Vladimir Putin è responsabile di questo. Continuando la non discriminazione (Mancata distinzione tra obiettivi militari e civili, ndr). La sua responsabilità sono gli attacchi russi alle città e ai civili ucraini. Crea queste situazioni pericolose e può porre fine alla guerra. Quando Vladimir Putin e la Russia smetteranno di combattere, arriverà la pace. Se il presidente Zelensky e l’Ucraina smettono di combattere, non ci sarà più Ucraina.

Concentrati sulla difesa aerea

L’incidente non è motivo per la NATO di cambiare rotta o di inviare rapidamente forze aggiuntive al confine orientale. I paesi della NATO continueranno a fornire supporto materiale all’Ucraina. Oggi si svolge una riunione del Gruppo di contatto per la difesa ucraino per coordinare il sostegno al Paese. “L’attenzione ora è sulla difesa aerea”, ha detto Stoltenberg, osservando che molti paesi hanno già dato importanti contributi. Ciò include le difese antiaeree della Nasam, ma anche Sistemi antidroneper scongiurare gli attacchi dei droni.

La NATO ha anche molte difese antiaeree nella stessa Polonia. A Stoltenberg è stato chiesto se doveva agire per evitare l’incidente di ieri. Siamo disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 con radar a terra e in volo. Ma il missile antiaereo non ha caratteristiche di attacco. Questo non dice nulla sulla nostra capacità di intervenire in un vero e proprio attacco.