QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Carenza di vitamina D nel melanoma associata a scarsa sopravvivenza

I livelli di vitamina D influenzano la sopravvivenza globale dei pazienti con melanoma. Questa la conclusione di uno studio i cui risultati sono stati presentati al 31° Congresso dell’Accademia Europea di Dermatologia e Venereologia (EADV).

Precedenti ricerche hanno dimostrato che i livelli normali di vitamina D svolgono un ruolo protettivo nella sopravvivenza dei pazienti con melanoma. Questo studio si propone di comprendere meglio questa relazione. Nello studio retrospettivo, i ricercatori spagnoli hanno analizzato i dati di 264 pazienti con melanoma invasivo.

Hanno scoperto che i pazienti con carenza di vitamina D (<10 ng/ml) dopo la diagnosi di melanoma avevano il doppio delle probabilità di avere una sopravvivenza globale inferiore rispetto ai pazienti con livelli di vitamina D pari/superiori a 10 ng/ml. La carenza di vitamina D non sembra influenzare la sopravvivenza del melanoma specifico.

I risultati sono rimasti significativi anche quando il modello è stato aggiustato per età alla diagnosi, sesso, indice di Breslow e stagione dell’anno. Contrariamente a studi precedenti, questo studio ha mostrato che le caratteristiche basali alla diagnosi di melanoma (età, sesso, fototipo del paziente, posizione, sottotipo istologico, indice di Breslow, ulcerazione, indice mitotico) non erano associate a differenze nei livelli di vitamina D. specchi.

fonte:

Gracia Darder I et al. La carenza di vitamina D nei pazienti con melanoma è associata a una sopravvivenza globale peggiore: uno studio di coorte retrospettivo. Ris melanoma. 2022; 32: 384-387.

READ  Ancora amputazioni, deturpazioni e cecità a causa di cure ritardate a causa di Corona