QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

C’è ancora tempo per vedere che Giove, Saturno, Marte e Venere sono rari

Dovrebbero essere tutti visibili questo mese.

Nasa

Questa settimana Predawn Hours ospiterà una festa di osservazione del pianeta per gli osservatori del cielo. Giove, Venere, Marte e Saturno saranno visibili in una linea diagonale collegata a una luna crescente calante.

Prima dell’alba, cerca questa fascia cosmica nel cielo tra est e sud-est. Di solito puoi distinguere tra pianeti e stelle perché sono più luminosi e meno luminosi. Giove sarà al suo punto più basso e più lontano a sinistra, seguito da Venere, Marte e Saturno che disegneranno una linea invisibile che si muoverà verso l’alto e verso destra.

Per aiutare a scoprire i pianeti, un’app come Stellarium può essere molto utile.

Un quinto pianeta appare anche nel cielo notturno, ma non contemporaneamente. Mercurio può essere visto la sera, ma sarà assente prima che altri compaiano al mattino.

Il gruppo di quadrupli regni apparirà ogni mattina per il resto del mese mentre la luna si restringe nel cielo. Entro la fine di aprile, vedremo questa luna sorridente scivolare sotto l’allineamento planetario nelle notti successive. Localizzerà Saturno il 25 aprile, Marte la notte successiva e Giove e Venere il 27 aprile.

Venere e Giove continueranno ad avvicinarsi l’uno all’altro fino a quando non appariranno fianco a fianco nel cielo intorno al 30 aprile. In effetti, è il più vicino visto dal 2016 ed è probabile che questa volta sia facile da individuare grazie alla sua posizione più favorevole rispetto al luminoso sole mattutino.

Naturalmente, i pianeti non sono in pericolo di collisione perché in realtà sono a milioni di miglia di distanza. Sembra essere vicino al nostro punto di vista sulla Terra. Se Venere si avvicinasse a Giove, sarebbe probabilmente attratto dalla gravità del gigante gassoso e alla fine inghiottito. Cioè, se non viene distrutto, perché prima viene bersagliato da dozzine di lune di Giove.

Ciò renderebbe uno spettacolo raro e terrificante nel cielo notturno se ciò accadesse.

READ  Sette domande sulla variante delta: è più contagiosa, ma anche più pericolosa?