QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Che trucco!  Romain Bardet ha completato l’impressionante prova dual DSM con il compagno di squadra Frank van den Broek

Che trucco! Romain Bardet ha completato l’impressionante prova dual DSM con il compagno di squadra Frank van den Broek

DSM-Firmenich PostNL ha aperto il Tour de France con un’impresa. Romain Bardet è entrato nel gruppo di testa con il compagno di squadra Frank van den Broek a 50 chilometri dal traguardo, dopo di che i due hanno iniziato una corsa a squadre di 40 chilometri. Sembrava uno sforzo inutile, ma il duo faceva puzzare tutti di merda. Romain Bardet è stato sconfitto dal suo compagno olandese dopo una partita emozionante. Wout van Aert ha vinto lo sprint del gruppo in pochi secondi.

C’erano tutti gli ingredienti per farne una grande tappa inaugurale. Per la prima volta, i Big Six (Evenepoel, Pogacar, Roglic, Van Aert, Van der Poel e Wenggaard) si sono riuniti all’inizio della gara. Che gara! Ci sono ben sette rapide sulla strada da Firenze a Rimini.

Il caldo plumbeo italiano (oltre 30°C) ha reso tutto più difficile. La più grande vittima delle temperature tropicali è stato Mark Cavendish, che ha dovuto abbandonare la prima salita. La sua ricerca di una vittoria storica nella tappa 35 è iniziata con delusione e una perdita di tempo di oltre mezz’ora.

Nel frattempo se ne sono andati sette cavalieri. Quei sette sono diventati nove, con Jonas Abrahamsen affiancato da uno sforzo di duro lavoro e Ryan Gibbons al volante. La dedizione del norvegese, che ha voluto lottare per i punti su ogni montagna, gli è valsa la maglia a pois alla fine della tappa.

Sullo sfondo, gli Emirati Arabi Uniti hanno creato un campo di battaglia a media accelerazione sulla Côte de Barbuteau. Tutta una serie di uomini veloci ha finalmente salutato il gruppo, e anche Mathieu van der Poel sentiva che non sarebbe stato il suo giorno. Il designer Mads Pedersen è riuscito a correggere la situazione storta.

READ  Il Milan rischia di perdere il primato nel campionato italiano dopo il pareggio con l'Udinese | TIM Serie A 2021/2022

All’improvviso non c’era più molto da vedere nella Côte de Saint-Leu degli Emirati Arabi Uniti, che aveva esaurito alcune delle sue pedine. Visma-Lease a Bike ha preso in mano la situazione, ma le cose non si sono mosse abbastanza velocemente per Romain Bardet. Il francese è balzato nel gruppo di testa come un coniglietto durante la sua ultima corsa. Lo deve anche al sostegno del suo grande compagno di squadra Frank van den Broek che sta facendo il suo debutto nel tour.

Sul territorio sammarinese sono rimasti solo due uomini del DSM. Così è diventata una cronometro a coppie sui poco più di venti chilometri fino a Rimini. Con una specie da caccia e una specie relativamente nuova, sembrava quasi impossibile, ma la fiducia è cresciuta poco a poco.

Van den Broek ha compiuto un’altra forte svolta nell’ultimo chilometro. Bardet ha preso il comando con gratitudine e ha indicato con orgoglio la linea al suo amico olandese, che ha esultato ancora più forte al secondo posto. Cinque secondi dopo, Wout van Aert è risalito al terzo posto con Tadej Pogacar al volante. Maxim van Gils ha conquistato un impressionante quinto posto.