QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

‘Chi sopravvive al bombardamento morirà sotto le macerie’: operazioni di salvataggio in un teatro in rovina a Mariupol impossibili a causa degli attacchi russi | Guerra tra Ucraina e Russia

Più di due giorni dopo l’attentato al teatro di Mariupol, molte persone potrebbero essere ancora intrappolate sotto le macerie. Il deputato ucraino Serhii Taruta ha detto che la situazione per loro era senza speranza. Nessuno sa quante persone siano ancora sotto le macerie, quanti feriti e morti ci siano. “Quello che è chiaro è che non c’è via d’uscita”, ha scritto su Facebook.

Leggi tutte le notizie sulla guerra in Ucraina in questa vita

Il sindaco Vadim Bogchenko ha detto che più di 1.000 civili si erano nascosti nella scena delle operazioni colpite mercoledì. Taroeta parla addirittura di 1.300 persone che si sono nascoste nei teatri e nei rifugi. Non è possibile verificare esattamente quante persone fossero presenti al momento dell’attacco. Dopo che si è scoperto che il rifugio per civili sotto l’edificio non era stato distrutto, è riuscito a salvare circa 130 persone.

Ma ora si teme che dopo l’incessante bombardamento di artiglieria della città, non ci sia più nessuno a salvare il popolo. “Nessuno pulisce le macerie”, ha detto Tarotta. I servizi di soccorso sono stati virtualmente limitati dall’assedio russo della città e gran parte delle attrezzature dei servizi di emergenza sono state distrutte. Molti medici sono stati uccisi. Ciò significa che tutti i sopravvissuti al bombardamento sotto le rovine del teatro moriranno o sono già morti”.

Le condizioni sono ancora spaventose a Mariupol, che è bloccata dalle truppe russe da tutte le parti, impedendo che cibo, acqua e medicine raggiungano la popolazione locale. Le auto private sono ora autorizzate a lasciare la città costiera, dopo che circa 6.500 auto sono partite negli ultimi due giorni mentre la città era ancora sotto tiro. Mariupol è una camera di tortura in cui donne e bambini vengono uccisi nel modo più orribile, ha scritto Taruta in un post su Facebook.

READ  Voormalige paus Benedictus XVI gaf valse verklaring tijdens onderzoek naar misbruik

L’edificio del teatro è stato attaccato dalla Russia mercoledì, secondo l’Ucraina. La Russia si smentisce e punta il dito contro la Brigata Azov ucraina. Foto non verificate distribuite dal ministro degli Esteri ucraino, tra gli altri, mostrano che del palcoscenico rimane poco.

Ricostruzione

Nel frattempo, il ministro della Cultura italiano, Dario Franceschini, si è offerto di ricostruire il teatro bombardato. Ha scritto su Twitter che stava mostrando i lavori di restauro del teatro “in nome dell’umanità”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha risposto al tweet di Franceschini con un ringraziamento. Secondo Zelensky, l’Italia è “dare l’esempio”. Aggiunge che “la sua terra sarà ricostruita fino all’ultima pietra”.

Perché Mariupol è diventata una città simbolo in questa guerra: “Crudeltà e sofferenza: la gente lo ricorda”

Putin è un criminale di guerra: qual è il risultato del duro governo di Biden?

Guarda anche: