QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chiunque abbia il vaiolo delle scimmie dovrebbe autoisolarsi fino a quando i contagi non saranno spariti, chiede il governo e dimenticheranno la veglia

Il virus Monkeypox è un’infezione virale che si verifica principalmente nell’Africa occidentale e centrale. I primi sintomi sono febbre, mal di testa, dolori muscolari, brividi e affaticamento. Può svilupparsi un’eruzione cutanea, che spesso inizia sul viso e poi si diffonde ad altre parti del corpo.

Per la trasmissione interpersonale deve esserci uno stretto contatto con una persona infetta, ad esempio tramite goccioline di saliva o contatto pelle a pelle. La contaminazione è possibile anche attraverso la biancheria da letto. Quindi il sesso può essere un mezzo di diffusione. Anche se, per motivi di chiarezza, questa non è una MST (malattia sessualmente trasmissibile). La causa della diffusione improvvisa del virus raro è ancora oggetto di indagine.

Stephen Callins, professore di malattie infettive all’UZ Gent, pensa che sia una buona idea per le persone con vari contatti sessuali ricevere un avvertimento in più. “Ora vediamo che è più comune tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini”, afferma in The World Today. “Aumentare la consapevolezza di essere vigili nelle prossime settimane e mesi può certamente aiutare a ridurre il numero di casi”.

Il virus è già apparso nel Regno Unito, Spagna, Portogallo, Italia, Svezia, Canada e Stati Uniti all’inizio di questo mese. RAG continua a monitorare la situazione e potrebbe modificare le regole nei prossimi giorni. Il gruppo è composto da esperti dei diversi dipartimenti delle regioni, dell’Istituto Superiore di Sanità di Sciensano e dell’Istituto di Medicina Tropicale.

READ  Scansione oculare che mostra ADHD e autismo nei bambini