QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Cinque afghani legati ai talebani sono sotto sorveglianza in Francia

Almeno uno di loro ha ammesso di aver orchestrato uno sbarramento a Kabul per conto dei talebani. Lo riferiscono i quotidiani in lingua francese Le Figaro e Le Monde.

Un afghano che è stato evacuato in Francia nei giorni scorsi è sospettato di avere legami con i talebani. Secondo i giornali francesi Le Figaro occupazione Lo scienziato Ha confessato di aver fatto la guardia a uno sbarramento a Kabul per conto dei talebani e di portare armi. Secondo il ministro dell’Interno Gerald Darmanin, l’uomo ha anche aiutato a evacuare l’ambasciata francese.

Scivola nel caos

Nel caos del volo di ritorno del 18 agosto, l’uomo, insieme ad altre quattro persone, sarà trasferito in Francia. Una fonte della polizia francese ne aveva informato il quotidiano Le Monde. Durante il volo per l’aeroporto di Roissy Charles de Gaulle sono state sollevate domande sulla sua identità e sulla possibile associazione con i talebani. “Ci sono seri motivi per ritenere che il loro comportamento costituisca una minaccia a un certo pericolo per l’ordine pubblico”, ha detto il ministro nel suo caso e in quello di un altro sfollato. I due sono stati posti, insieme a tre parenti, di cui uno sotto sorveglianza. Poiché non è stato possibile effettuare controlli di sicurezza completi a Kabul, ciò è stato fatto dai servizi di sicurezza interna francesi dopo l’arrivo del volo di evacuazione ad Abu Dhabi. “Siamo molto vigili”, ha detto Darmanin.

Anche nel Regno Unito

Sempre nel Regno Unito, una persona inserita nella lista nera dalle autorità britanniche è stata trasportata in aereo nel Regno Unito durante l’operazione di salvataggio. Lo riporta l’agenzia di stampa Reuters. Non si sa cosa sia successo alla persona dopo l’arrivo in Gran Bretagna. Ci sono persone in Afghanistan che rappresentano una seria minaccia alla sicurezza nazionale. Questo è il motivo per cui ci sono esami completi. “Se si scopre che qualcuno rappresenta un rischio, agiremo”, ha detto in una dichiarazione alla stampa. I singoli casi non verranno discussi.

READ  Il primo ministro olandese Mark Rutte si scontra con il collega ungherese Orban: "Perché non lasci l'Ue?" | interni

E in Belgio?

Attualmente non sono noti casi simili in Belgio. Gli esperti prevedono che l’acquisizione dell’Afghanistan da parte dei talebani non porterà a una maggiore minaccia terroristica per il Belgio a breve termine. Tuttavia, hanno una mano in esso.

L’esperto di terrorismo Peter van Oosten (KU Leuven) teme che la rinascita dei talebani possa avere conseguenze negative per la sicurezza del nostro Paese nel lungo periodo. “Inizialmente questo non avrà alcun effetto, ma c’è la possibilità che ora al-Qaeda si riorganizzi”, dice. “C’è sempre la possibilità che i terroristi si mescolino ai rifugiati, come è successo con lo Stato islamico”, continua van Ostein. Ma le persone che vengono ora trasferite sono state sottoposte a screening. Questo pericolo non si applica a loro.

“Non ritengo nemmeno che i rischi aggiuntivi siano elevati a lungo termine”, afferma Sven Biscop dell’Egmont Institute. I terroristi non hanno bisogno dell’Afghanistan come base operativa. Durante il periodo in cui abbiamo avuto truppe in Afghanistan, ci sono stati grandi attacchi qui, anche a Bruxelles, continua Biscoe.