QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Club Brugge, re dei trasferimenti a lungo termine: ‘Se lo vogliono, battono tutti gli altri’ | Jupiler Pro League

Il Club Brugge ballerà per i contendenti al titolo quest’anno? Nel calciomercato, il Campione Nazionale cercava ancora una volta una siringa di alta qualità. con successo. “Penso che Klopp sia meno vulnerabile rispetto alla scorsa stagione”, appare nel De Tribune. E questo mentre le roccaforti Charles de Kettleri e Nou Lang stanno cercando di andarsene.

“Temo per la concorrenza che il Club Brugge sarà più forte dell’anno scorso”, le parole inquietanti di Peter Vandenbett – per 17 squadre comunque – parlavano molto.

Il campione nazionale aveva già un core migliore e ha aggiunto Ferran Gutgla, Kyle Larren e Kasper Nielsen. “Ora c’è molta ricchezza”, dice Wim de Koninck.

“Non sarà facile accontentare tutti, anche se de Kettler e Lange se ne vanno. A centrocampo c’è lotta per i posti. Sarà difficile fare le scelte giuste lì, anche se ci sono tante partite in vista”.

“Per me il club è il favorito”, aggiunge Vandenbett. “Penso che sia meno debole della scorsa stagione”.

Jackpot Charles De Ketelaere

Tuttavia, il dovere del Club Brugge è tutt’altro che finito. Charles de Kettleri ha una gamba sull’aereo per Milano. Se anche Lang se ne andasse, ci sarebbe un assaggio istantaneo di creatività davanti a sé.

“De Ketelaere è una grande perdita”, afferma De Coninck. “Non c’è da stupirsi che ci siano così tanti club interessati. Il Brugge può vincere il jackpot in una certa misura”.

35 milioni di euro: una cifra da capogiro per tanti club belgi. Questo è esattamente ciò che rende il Club Brugge il re dei trasferimenti a lungo termine: “Il club può – se vuole – superare in astuzia tutti in quella regione”.

Noa Lang ha già avuto una grande intervista d’addio.

Peter Vandenpet

Poi c’è il “caso” Noa Lang. “Ha già avuto la sua grande intervista d’addio all’HLN”, ride Vandenbempt.

“Può ricaricarsi per un altro anno in una competizione che pensa sia molto sottovalutata? Mi chiedo. In Supercoppa è stato perfetto in termini di mentalità da competizione e impegno. Sta cercando una transizione”.

Nel calcio non si sa mai, quindi i mesi estivi saranno affollati anche per il re del trasferimento.

Ascolta l’episodio completo di The Tribune:

READ  L'icona delle freccette Michael Van Gerwin si rifiuta di stringere la mano dopo la vittoria schiacciante sul rivale "Ha fino all'osso"