QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Coach Jasper Philipsen: “Se si guardano i dati, non c’è alcuna spiegazione fisica per cui sarebbe inferiore”

Coach Jasper Philipsen: “Se si guardano i dati, non c’è alcuna spiegazione fisica per cui sarebbe inferiore”

Alpecin-Deceuninck non ha ancora potuto rivelare i suoi piani per Philipsen in questo round, e il campione del mondo Mathieu van der Poel non sembra ancora al meglio. Tuttavia, secondo l’allenatore Christophe de Kegel, non ci sono indicatori fisici che possano spiegare un girone inferiore.

Alpecin-Deceuninck ha avuto grandi successi in quasi tutti i Grandi Giri a cui ha partecipato, con 4 vittorie e la maglia verde di Jasper Philipsen l’anno scorso che è stata un momento culminante. Quest’anno sembra un po’ meno. Hanno commesso l’errore sbagliato? Sporza lo ha chiesto a Christophe De Kegel, responsabile prestazione della squadra.

“Sono arrivato al tour con certe aspettative, ma in realtà non è stato ancora quello che ci aspettavamo.”

“L’anno scorso abbiamo vinto tre gare su quattro per 10-15 cm. Adesso ne perdi una. Dobbiamo aspettare che le cose vadano bene ed entrare nella giusta direzione.”

“Quando guardiamo i dati, non vediamo alcun motivo per cui si verifichi un errore. Forse un piccolo trigger temporale qua e là.”

Marcel Kittel ritiene che Philipsen sia inferiore dell’1-2%, ma De Kegel lo nega. “Se guardi lo sprint contro Groenewegen. Statisticamente parlando, avremmo dovuto inserirlo nella colonna degli sprint vincenti nel turno precedente. Ma ora è un errore.”

Anche Mathieu van der Poel è abbastanza bravo secondo l’allenatore. “Dopo il Galibier era un po’ più in basso, ma i suoi recenti progressi sono stati ad un livello sorprendente. È paragonabile alla sua prima vittoria nello Sprint dell’anno scorso.”

Un semiclassico per tutti i giorni

Quindi il problema sembra più mentale che fisico. “Non c’è comunque alcuna spiegazione fisica. Questo piccolo tempismo ha a che fare con il flusso e la fiducia.”

“Ci sono anche piccole differenze in questa corsa. Se guardi la corsa su selciato: nessuno è riuscito a staccarsi. Va molto veloce. Ecco perché Vingegaard non ha osato cambiare bici, credo.”

“Se guardate i numeri, lei guida qui un’auto semiclassica quasi ogni giorno.”

Secondo De Kegel, durante la preparazione del tour non è andato storto nulla. “Abbiamo seguito un modello simile a quello degli anni precedenti e spesso è andata molto bene”.

“Ma non sono preoccupato. Se funziona oggi, molti potrebbero improvvisamente seguirlo. Ma più tempo ci vuole, più diventa difficile.”

Imparentato:

Giro di Francia Classifiche globali

un gruppo punti
1

Squadra Emirates degli Emirati

107:13:01
2

Sodal: passo veloce

+6:04
3

Granatieri di Ineos

+6:45
4

Red Bull-Bora-Hansgrohe

+7:41
5

Squadra Movistar

+12:41
6

Il Bahrein è vittorioso

+14:33
7

Team Visma – noleggio biciclette

+18:34
8

EF Educazione – EasyPost

+23:40
9

Lidl – Viaggio

+33:04
10

Navigazione Uno-X

+50:05

Giro di Francia

Cavalcare data Inizio – Fine Tipo di corsa il totale vincitore capo

1

29/06 Firenze-Rimini

206 km

Romano Bardet

2

30/06 Cesenatico-Bologna

199,2 km

Tadej Pogacar

3

01/07 Piacenza-Torino

230,8 km

Riccardo Carapaz

4

02/07 Pinerolo-Valloire

139,6 km

Tadej Pogacar

5

03/07 Saint-Jean-de-Maurienne – Saint-Volpas

177,4 km

Tadej Pogacar

6

04/07 Macon – Digione

163,5 km

Tadej Pogacar

7

05/07 Nuits Saint-Georges – Geoffrey Chambertin

25,3 km

Tadej Pogacar

8

06/07 Semur-en-Auxois – Colombe les deux Églises

183,4 km

Tadej Pogacar

9

07/07 Troia – Troia

199 km

Tadej Pogacar
Giorno di riposo 08/07

10

09/07 Orléans – Saint-Amand Montronde

187,3 km

Altri 75 km

11

10/07 Évaux-les-Bains-Le Liorant

211 km

12

07/11 Aurillac-Villeneuve-sur-Lotte

203,6 km

13

12/07 Ajin-bao

165,3 km

14

13/07 Bao – no, dadet

151,9 km

15

14/07 Loudenvielle-Plateau de Belle

197,7 km

Giorno di riposo 15/07

16

16/07 Groissan-Nim

188,6 km

17

17/07 Castello di Saint Paul Trois – Superdévoluy

177,8 km

18

18/07 Gap – Barcelonet

179,5 km

19

19/07 Embrun-Isola 2000

144,6 km

20

20/07 Nizza – Col de la Coyole

132,8 km

21

21/07 Monaco – Nizza

33,7 km

READ  Dimitri van den Berg licenzia il campione del mondo Wright per accedere alle semifinali World Matchplay | freccette