QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Coen de Boe risponde alle critiche di “Two Summers”

Finora, nessuno dei creatori o degli attori lo è due capitoli Sinceramente sulle critiche espresse da alcune persone riguardo a quella serie. È molto facile ignorare la sofferenza delle vittime. Coen de Boe lo ha fatto giovedì su Radio 1, e lui stesso ha dovuto fare i conti con gli abusi: “Difficile accusarci di non essere coinvolti nei contenuti e nel modo in cui la storia viene raccontata”.

Che la questione sia sensibile a Quin de Boe (57) è diventato immediatamente evidente giovedì mattina durante invernoRadio1 di Evert Venema. Venema ha parlato con il miglior attore delle Fiandre della sua scelta dei ruoli e De Bouw ha detto che non li aveva cercati molto, ma i ruoli lo avevano trovato, “per un motivo o per l’altro”. chiesto perché due capitoli È venuto per la sua strada, è rimasto in silenzio per un momento, poi ha continuato: “Lo so bene. Ma non voglio proprio parlarne”.

Poco dopo, nella conversazione, De Bouw è passato a questo, dopotutto, quando si discuteva della controversia. Secondo alcuni, la serie ha mostrato una grande comprensione degli autori, perché la serie è molto vicina dal loro punto di vista. Al centro della controversia è stata la scena in cui lo stupro di gruppo mostra esplicitamente come i giovani ubriachi si alternano a guardare, fotografare e condividere. De Boe non è d’accordo con la critica: “Gli autori non vengono giudicati, se lo portano addosso, anche se non lo è”. (per un pubblico televisivo, editore) Potrebbe essere difficile da leggere”.

Ritiro dall’autore del reato

Continuando con tassi allarmanti di abusi – “il trenta per cento tra i ragazzi” – de Boe ha affermato che sia gli attori che le attrici hanno dovuto fare i conti con gli abusi “dalla loro compagnia”. Bene, lo dico comunque: sono anche più giovane. Questo era un motivo per accettare questo scenario. Ho qualcosa da dire anche su questo. È difficile accusarci di non essere coinvolti nei contenuti (Da “Due estati”, editore) E il modo in cui la storia viene raccontata.

READ  Annelien Coorevits parla del rapporto con Deschacht: 'Sempre in guardia' | Calcio 24

Quando gli è stato chiesto, Coen de Boe non ha voluto chiarirlo, ma lo ha dato a Radio 1 come segue: ‘Fortunatamente, 45 anni fa mi sono ritirato dall’influenza dell’autore del reato. Se non consenti più all’autore del reato di esercitare alcuna influenza su di te, puoi riprendere fiato e raccontare di nuovo la tua storia. Puoi discutere il modo e il formato. Questa è una questione di gusti. Ma bisogna sicuramente dirglielo.