QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

colonna.  Il giornalista Geron dubita che stia attraversando una crisi di mezza età: “Sogno ancora una Vespa d’epoca” |  Colonna di Jeroen

colonna. Il giornalista Geron dubita che stia attraversando una crisi di mezza età: “Sogno ancora una Vespa d’epoca” | Colonna di Jeroen

Il giornalista Geron si chiede se abbia raggiunto la prossima tappa della vita: una crisi di mezza età. “Anche se sono stato un po’ sbilanciato per tutta la mia vita”, dice nella sua colonna questa settimana. Quale nome dovrebbe essere dato a un animale senziente? Wiltchimers perpetui? depressione? “Il fatto che non senta il bisogno di impressionare le donne che potrebbero diventare mie figlie rafforza la mia convinzione”.

Dev’essere una crisi di mezza età. Se non è stress o una bottiglia, o troppa incertezza, è così. Non sono parole mie, ma quelle del defunto Robert Long. Le cantava nel 1988. Allora ero Amal e avevo già quattordici anni e la mezza età mi sembrava una strana bestia. È successo qualcosa agli anziani. Al sospiro dei cinquant’anni, in queste settimane mi chiedo se quel mostro l’ho tra i membri. E se sei una persona molto anziana ora, di un ritorno al passato.

Per COVID-19 o possibile gravidanza, puoi acquistare un test rapido presso supermercati e farmacie. Qualche goccia di muco o urina dopo saprai se hai vinto. La crisi di mezza età è un po’ più difficile da rilevare, anche se si dice che colpisca soprattutto le persone di età compresa tra i 40 ei 65 anni, periodo in cui a volte sono attaccate da domande significative che le fanno perdere l’equilibrio.

Ora sono stato un po’ equilibrato per tutta la mia vita. È innato. Caratteristica. Gli esperti mi dicono che potrebbe avere qualcosa a che fare con l’ipersensibilità e il talento. Se sei sopra la media sensibile e anche sopra la media pensaci, sarà un po’ difficile rimanere in equilibrio.

READ  Lesbica Suora diretta da Paul Verhoeven bandita in Russia


citazioni

Essere rinchiuso nella bara mi è sembrato l’ultimo incubo.

Jeroen

Per quanto riguarda queste domande sul significato: mi sono posto queste domande quasi dall’asilo. Si sono davvero lasciati dopo la morte di mia madre e mia nonna da parte di mia madre. 1987, un anno prima del modesto successo radiofonico di Robert Long. Ricordo che ero seduto in chiesa e stavo per toccare la bara. Ho trovato ingiusto che questa scatola includesse mia nonna.

Non a causa del suo cadavere, ma perché sono stato claustrofobico dalla mia sfortunata avventura con un ascensore bloccato da qualche parte nella mia prima infanzia. Essere rinchiuso nella bara mi è sembrato l’ultimo incubo. Quello stesso giorno ho deciso che la cremazione sarebbe stata la mia sorte: bella e calda e poi delicata per i viaggi, sopportati dal vento e dalle intemperie.


citazioni

Il fatto che non senta il bisogno di acquistare una decappottabile conferma la mia convinzione: non c’è mezza età qui, ma c’è personalità al lavoro.

Jeroen

Ma sto divagando. Quindi la crisi di mezza età. Li ho o no? O gioca il mio eterno Wiltchimers Mi disturba? Decido su quest’ultimo. Dopo tutto, sono triste. Un poeta. Un sensore che pensa molto e un pensatore che sente molto. Per questo tutto è sempre fluttuante e fluttuante. Giro e giro, giro e giro. Il fatto che non provo alcun desiderio di acquistare una decappottabile o di far colpo su donne che potrebbero diventare mie figlie conferma la mia convinzione: questa non è mezza età, ma carattere al lavoro.

READ  Il 'monello viziato' suscita molte reazioni in olandese 'ricchi e poveri sporchi': 'Non c'è motivo di comportarsi in questo modo' | televisione

Anche se sogno ancora una vecchia moto o una Vespa d’epoca. Qualcuno ha sussurrato a mio figlio che questi due mezzi di trasporto sono molto letali e vuole sfinirmi vivo per un po’. Ecco perché sto fermando la barca al momento. Anche se il tempo si restringe tra la tomba irrevocabile, e con esso le possibilità di assaggiare tutto ciò che puoi ancora mangiare, tutto ciò che volevi ancora.

Copywriter, portavoce, giornalista, ghostwriter, poeta… L’autobiografia di Jeroen Vermeiren (48) è una colorata collezione di mestieri. Come padre single di suo figlio di 13 anni, gli piace lanciare un fumetto contraddittorio su relazioni e genitorialità.

Leggi anche:

colonna. Il giornalista Geron è stato gravemente vittima di bullismo da bambino. Ma poi è arrivata Elaine, una personalità televisiva.

colonna. Il giornalista Geron sulle sue insicurezze fisiche. Gli uomini non parlano dei loro genitali.