QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

colonna.  Il giornalista Geron è stato gravemente vittima di bullismo da bambino.  Ma poi è arrivata Elaine, una personalità televisiva  Colonna di Jeroen

colonna. Il giornalista Geron è stato gravemente vittima di bullismo da bambino. Ma poi è arrivata Elaine, una personalità televisiva Colonna di Jeroen

La gamba destra del giornalista Jeroen è più corta della sinistra. Da bambino si chiamava Janet. “Nessuno vuole più fare affari con me”, dice Geron nella sua colonna questa settimana. Ma poi Elaine, compagna di classe e personaggio televisivo, fa tacere tutti. “Questo o quell’Adone ha anche cercato di convincermi della mia preferenza sessuale.”

La mia gamba destra è 13 mm più corta della mia sinistra. Mi è stata diagnosticata la scoliosi e la lordosi quando ero in quinta elementare. Un giorno qualcosa mi fece male alla schiena e non riuscivo più a muovermi. Il radiologo mi ha fatto sedere sul suo lettino per raggi X, poi ha posizionato le immagini su una scatola luminosa. Indicò la posizione del disco della scarpa. Una settimana dopo ho iniziato una serie di sessioni di fisioterapia, che hanno fatto ben poco per contrastare la crescita squilibrata. Storto come le tue ossa vicino al traguardo.

Quando ho visto quanto erano diverse le mie gambe, ho improvvisamente capito perché gli altri pensavano che camminassi in modo strano. “È come se ti girasse la ruota”, ha detto uno dei tuoi compagni di classe al terzo liceo. Al che un altro fece eco: «Sembra effeminato. Forse sei Janet. Sì, certo, è così.” Grande gioia.


citazioni

In men che non si dica, i ragazzi non volevano avere niente a che fare con la mia classe. È diventato un argomento da evitare.

Jeroen

Per i duri e le loro chiacchiere, un fan club sorridente è come una spruzzata di benzina su un fuoco ardente: prima che tu te ne accorga, sei bloccato con una torreggiante fiamma ossidrica. Uno che sa di più. E così quello che era iniziato come uno scherzo in un batter d’occhio è diventato un discorso che ha assunto una vita propria. In pochissimo tempo, i ragazzi non volevano avere niente a che fare con me. Nemmeno i miei “amici” più stretti. È diventato un argomento da evitare.

READ  Redux Gaming è al verde - Professionista IT - Novità

Non si sa mai che l’omosessualità è contagiosa. Alcune ragazze hanno riso insieme. Altri ancora mi tolleravano accanto a loro sulla piattaforma. Andò avanti così per settimane. un mese. due mesi. Poi Elaine, una delle mie compagne di classe, ha pensato che bastasse. Oh, Elaine, bellissima Elaine. In realtà era una personalità televisiva.


citazioni

Allora questo o quell’Adone cercò con ardore di convincermi a preferire il suo sesso.

Jeroen

Potresti ricordare lo spettacolo per giovani Kameleon, con Danny Verbiest, prima che portasse in vita Sansone con la sua mano e la sua voce. Una bella ragazza bionda appare sempre accanto a lui e fa mestieri con lui. Quella ragazza era Eileen. E pensavo che tutte le stronzate gay fossero durate abbastanza. Sono andato dall’insegnante olandese, che ha sollevato l’intera questione durante la mia discussione in classe.

Il ringhio e la bruttezza scomparvero con la stessa rapidità con cui erano apparsi. Elaine si sarebbe laureata anni dopo come psichiatra. Nessuno è rimasto sorpreso, men che meno io. sinceramente? Non sono mai stato attratto dagli uomini. Con rammarico di tanti giovani che hanno incrociato la mia strada e consacrato l’amore dei gentiluomini.

Poi questo o quell’Adone ha cercato di convincermi con il fuoco a preferire il suo sesso. Si diceva che non l’avessi capito da solo o che fossi uno di quelli che non osavano uscire allo scoperto. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Mi sono appena innamorato dei seni e delle crepe, dei gemiti e dei gemiti delle donne. Anche se c’è stata quella volta in cui si è innamorata platonicamente di Bart. Ma non mi ha fatto eccitare. Né è difficile. Da Elaine al liceo III, invece…

READ  Pukkelpop riceverà ora 1,8 milioni di euro in anticipo | l'interno

Copywriter, portavoce, giornalista, ghostwriter, poeta… L’autobiografia di Jeroen Vermeiren (48) è una colorata collezione di mestieri. Come padre single di suo figlio di 13 anni, gli piace lanciare un fumetto contraddittorio su relazioni e genitorialità.

Leggi anche:

colonna. Il giornalista Geron sulle sue insicurezze fisiche. Gli uomini non parlano dei loro genitali.

colonna. Il giornalista Geron sulle donne più importanti della sua vita. “Mi sono innamorato di uno dei miei cugini”