QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Come il Covid-19 è diventato un rischio latente ma accettabile – Politica

Ci sono voluti tanti contagi, tanti colpi e tanta pazienza, ma il Belgio si avvicina al punto in cui il coronavirus rimarrà sotto controllo senza misure restrittive. Il Covid-19 non scomparirà più, ma il coronavirus diventerà un rischio accettato per l’economia e la società, rispetto all’ondata annuale di influenza.

Gli inglesi hanno celebrato la “Giornata della libertà” il 19 luglio, quando la maggior parte delle restanti misure Corona è stata annullata. Questa sembrava una mossa avventata, perché il Regno Unito ha lottato con un forte aumento del numero di infezioni negli ultimi mesi. Tuttavia, il governo di Boris Johnson non ha srotolato il tappeto rosso per la variante Delta altamente contagiosa con il suo gesto. Nelle ultime settimane il numero dei contagi è diminuito drasticamente, nonostante il rilassamento. Gli ultimi giorni hanno visto un altro crollo. L’oscillazione della curva è una logica conseguenza del confronto a braccio di ferro tra l’aumento del numero di innesti e il rilassamento consentito.

Gli inglesi hanno celebrato la “Giornata della libertà” il 19 luglio, quando la maggior parte delle restanti misure Corona è stata annullata. Questa sembrava una mossa avventata, perché il Regno Unito ha lottato con un forte aumento del numero di infezioni negli ultimi mesi. Tuttavia, il governo di Boris Johnson non ha srotolato il tappeto rosso per la variante Delta altamente contagiosa con il suo gesto. Nelle ultime settimane il numero dei contagi è diminuito drasticamente, nonostante il rilassamento. Gli ultimi giorni hanno visto un altro crollo. L’oscillazione della curva è una logica conseguenza del confronto a braccio di ferro tra l’aumento del numero di innesti e il rilassamento consentito. La curva britannica resta sotto controllo perché oltre il 90% della popolazione è ormai al riparo dall’infezione e sicuramente dai ricoveri, vuoi perché i britannici sono stati vaccinati almeno una volta o perché hanno acquisito l’immunità naturale dopo l’infezione. Anche molto importante: il legame tra infezione e ricovero non può essere spezzato, ma seriamente indebolito. I vaccini forniscono una protezione del 95% contro l’infezione per iniezione. I Paesi Bassi hanno numeri quasi comparabili. Nei Paesi Bassi, almeno il 92% di tutti i donatori di sangue ora ha anticorpi contro il virus, il che significa che sono almeno parzialmente protetti. In Belgio non ci sono ancora dati recenti. Alla fine di maggio, nel 60% dei donatori di sangue sono stati trovati anticorpi contro il Covid-19. Grazie a una campagna di vaccinazione avanzata, si può presumere che più del 90 percento sia ora almeno parzialmente protetto. A causa dell’infettività particolarmente elevata della variante delta, queste alte percentuali sono insufficienti per ottenere l’immunità di gregge. “È un peccato, ma anche con una copertura vaccinale al 100%, l’immunità di gregge potrebbe non essere più possibile. La possibilità che continueremo a sradicare il virus è praticamente nulla. Coloro che non sono vaccinati hanno maggiori probabilità di contrarre l’infezione prima o poi. . Più tardi.”, afferma il professore di biologia Tom Winsellers (KU Leuven). Lo scienziato americano Eric Topol ha recentemente twittato che la variante delta ha invertito la logica dell’immunità di gregge. Invece di proteggere la maggioranza immunizzata della minoranza non vaccinata, questa minoranza ora sta minacciando protezione di gruppo, compreso quello che è un terreno fertile per le variabili. Poiché l’immunità di gregge non è più possibile, il virus Corona rimarrà tra noi. Sembra peggio di quanto non sia, perché il virus sta per diventare una pandemia. Ciò significa che il numero delle infezioni è ancora sotto controllo, senza bisogno di misure.Grazie L’alto grado di protezione della popolazione, questo punto non è lontano. “Possiamo parlare di un equilibrio così endemico solo quando quasi tutti hanno gli anticorpi”, afferma Tom Wenseleers. “Quindi il numero di ricoveri sarà una frazione di quello durante un’epidemia. L’epidemiologo britannico Megan Cale ha calcolato in base al numero di infezioni avanzate in persone completamente vaccinate che in un tale equilibrio avremmo all’incirca lo stesso numero di decessi per COVID-19 all’anno di una stagione influenzale media. Questo rischio sta gradualmente diventando accettabile. Gli ospedali di solito non saranno sopraffatti dall’afflusso di pazienti con coronavirus. La convivenza con il virus sta gradualmente diventando possibile, e fortunatamente la fine dell’epidemia è vicina. “Quindi c’è luce in fondo al tunnel, ma finché non si raggiunge l’equilibrio endemico le misure restano adeguate, come dimostra l’aumento dei contagi e dei ricoveri nelle ultime settimane. I modelli avvertono di ulteriori aumenti a settembre se avere tanti contatti quanti erano prima della pandemia, il che non è il caso fino a nuovo avviso. Per ora si consiglia cautela. Se il 10% della popolazione è ancora suscettibile al virus, un improvviso forte aumento del numero di infezioni, insieme con un’opportunità individuale limitata per l’ammissione, potrebbe causare un’effusione di Big agli ospedali Tom Winsellers: “Abbiamo visto riaperture molto affrettate in Florida, per esempio. C’è stato un rilassamento molto precoce, mentre la popolazione anziana in particolare era ancora scarsamente vaccinata. Il risultato è stato che il numero di ricoveri è stato più alto che mai.” Il tasso di vaccinazione non è limitato negli Stati Uniti, quindi il numero di infezioni varia da stato a stato, ci sono anche differenze significative tra province e comuni in Belgio. aumenta il rischio di epidemie locali, soprattutto in autunno La ricerca di Bart Messauer mostra che il tasso di vaccinazione è più basso, soprattutto nei comuni e nei distretti più poveri (vedi grafico). A Bruxelles, nessun comune ha più del 60% di vaccinazioni complete. Il reddito non è l’unico fattore esplicativo Bart dice Messauer: “Nei comuni con un reddito medio annuo di 20.000 euro per abitante, il tasso di vaccinazione varia dal 55 al 75 per cento. Anche le differenze culturali giocano un ruolo”. Tom Winslers afferma: “La campagna di vaccinazione non ha raggiunto una parte della popolazione. Questo può ancora essere corretto con campagne a bassa soglia, ma non rimane molto tempo”. I pazienti con anticorpi continuano a essere infettati, fino a che punto stanno ancora emergendo nuove varianti e se utilizziamo vaccini di richiamo. Anche i vaccini migliori sono diventati un arma importante nella lotta contro il virus Tom Wenseleers: “Se i vaccini attuali fossero adattati alla variante delta, sarebbero immunogenici. La mandria sta per diventare possibile. Spero che i vaccini modificati vengano approvati e immessi sul mercato più rapidamente di quanto non avvenga attualmente. Ci saranno anche nuovi vaccini”. L’approccio all’equilibrio endemico è una buona notizia per l’economia. Le misure dure, che hanno un grave impatto sull’attività economica, stanno diventando un ricordo del passato. Gli indicatori economici mostrano che l’economia belga sta facendo solide progressi ora che la maggior parte delle misure sono state revocate La fiducia delle imprese e delle famiglie rimane alta L’economia non è ancora tornata alla normalità, ma entro la fine di quest’anno dovremmo tornare al boom pre-pandemia a meno che la crisi non si insinui dal retro porta di nuovo Il resto del mondo è tutt’altro che previsto Questo equilibrio è endemico.Negli Stati Uniti, in particolare alcuni Stati del sud stanno affrontando una grave ondata di contagi che sta causando anche il sovraffollamento ospedaliero.Non sorprende che i paesi con i tassi di vaccinazione più bassi.La ripresa economica degli Stati Uniti è proseguita senza intoppi fino alla fine di luglio, come dimostrato dalla forte creazione di nuovi posti di lavoro, anche in settori sensibili al Corona come l’industria della ristorazione.Gli Stati Uniti sono stati più tolleranti nei confronti dei ricoveri e dei decessi per corona dall’inizio dell’epidemia. Tuttavia, nella ripresa stanno emergendo crepe. La fiducia dei consumatori statunitensi è stata duramente colpita. Sempre più persone stanno nuovamente limitando i loro movimenti. La variabile delta minaccia di trascinare la ruota posteriore dell’economia statunitense. Giappone, Cina e mercati emergenti sono lontani dal completare la variante delta a causa della copertura vaccinale relativamente bassa. In Giappone, la curva rialzista post-olimpica rischia di oscurare la ripresa. In Malesia, una forte ondata di infezioni ha silurato gli indicatori economici. La Cina non deve stroncare l’epidemia sul nascere per evitare che accada il peggio. Quindi c’è ancora un grande punto interrogativo dietro la ripresa globale. Sfortunatamente, non rimaniamo immuni dai problemi del corona in altre parti del mondo. Alla fine, un quarto della popolazione mondiale è stata vaccinata almeno una volta. Se emergono altrove nuove e più infettive varianti, dovremo fare i conti anche con loro dopo qualche mese. E se l’economia dovesse rallentare altrove, ciò influenzerebbe anche le nostre esportazioni. La fine della fase acuta può essere imminente, ma sarà un’epidemia dalla coda molto lunga.

READ  Namibia e Paesi Bassi per rafforzare gli accordi bilaterali