QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Commenti in anticipo. Van der Poel: “Peccato che Wout si sia ritirato, su me stesso e nel sudore”, Pogacar “volendo stare in testa su ogni montagna”

Van der Poel: “Pojacar è un alleato”

Matthew van der Poel (Alpsin-Phoenix) era ancora incerto per il Tour qualche settimana fa, e ora è il capofila. “Può andare molto veloce”, ha detto in anticipo. “Peccato che Wout sia morto. Anche per me e per la gara. Correre con lui è più facile, perché guida sempre. Lo ha dimostrato negli ultimi due anni. Per noi non cambia molto. Jumbo-Visma lo farà correre in modo un po’ diverso senza di lui. Dovremo fare a meno di lui. Ma ci sono molti clienti forti là fuori. Sono contento di essere qui perché non pensavo fosse così. E sicuramente non mi piace quello. Mi sono riposato bene da mercoledì, quindi penso di essere pronto”.

Van der Poel: “Spero di vincere il mio primo round con i tifosi oggi”. © ATV

Van der Paul è ovviamente un ex vincitore della Ronde. L’abito ha vinto una prova al Dwars Door Vlaanderen mercoledì. “Ovviamente è difficile confrontare la finale del Tour con qualsiasi altra gara: è molto difficile dopo più di duecento chilometri. È un percorso giusto. Poujacar è un alleato? Certo. Mercoledì ha mancato il nostro gruppo, ma poi ha dimostrato di stare bene. Lo annovero tra i Candidati. Ho grande fiducia nella squadra. Il loro valore è stato dimostrato anche nelle precedenti edizioni. Jonas Rijkaert è una pedina importante che mi mancherà, ma abbiamo abbastanza corridori che possono fare il suo lavoro”.

“La penultima volta su Oude Kwaremont e poi verso Koppenberg: questo è il punto cruciale per me. È qui che inizia davvero la finale. Ma mi aspetto che alcuni giocatori vorranno anticipare quel momento. Fa freddo, ma fortunatamente asciutto. Quindi sarà . Va bene in finale.”

© BELGA

Pogacar: “Voglio sedermi in testa su ogni ‘montagna’”

Tadej Bojacar (UAE Team Emirates) ha ricevuto un caloroso benvenuto ad Anversa. “È stato un grande momento all’inizio. Sono davvero felice di essere qui. Ho un bell’aspetto ma è un percorso diverso con tutte le scogliere e i ciottoli. Voglio essere in testa a ogni ‘montagna’. Non lo faccio’ Non ho un vero piano.

RVV – Tiesj Benoot. © Het Nieuwsblad

Benoot: “All’inizio stai con le stesse gambe, anche senza Wout”

Tiesj Benoot è diventato improvvisamente uno dei due capitani, insieme a Christophe Laporte, al Jumbo-Visma a causa dell’infezione da corona al Wout van Aert. “Tanti cambi senza Wout, ovviamente. La fretta non c’è più. Ma io e Kristoff siamo in perfetta forma. Comunque ho avuto un turno libero fino alla finale. Parto con le stesse gambe in questo round. Dopo mercoledì ho ho fiducia in me stesso. Tuttavia, Ronde non può essere paragonato a niente. Non puoi installarti in altre gare. Il mio preferito? Matthew van der Poel!”

RVV – Nathan Van Hoydonk. © Het Nieuwsblad

Nathan Van Hoydonk racconta come è venuto a conoscenza della notizia del suo capitano. “Il capitano è venuto nella stanza per dircelo. Dopo di che ho sentito anche Wout di persona. Era un piccolo annuncio, ma era anche uno schiaffo. Non è la fine del mondo ovviamente. Abbiamo ancora qualche ferro in dentro il fuoco e possiamo fare in modo che sia una bella giornata. È diverso senza Wout. “Influisce sulla gara con le sue qualità. Dobbiamo abbassare un po’ il percorso. Questa è la differenza più grande. Oggi abbiamo grande fiducia nei due leader. Christoph è arrivato secondo due volte questo fine settimana, e questo dice tutto”.

Campinarts: “Sono un po’ di Anversa”

Victor Campinaarts (Loto – Soudal), come al solito, ha un ampio sorriso sulle labbra. “C’è motivazione nella squadra. Siamo un po’ vichinghi quindi abbiamo chiesto un corno da caccia. Anch’io sono un po’ di Anversa e mi piacerebbe iniziare qui. Mercoledì mi ha dato fiducia per la giornata. Possibile scenario ma non ero sul palco. Oggi ne approfitteremo al meglio. Tutti sanno cosa fare”. Praticamente mi vedrai nell’ultimo chilometro”.

RVV – Tom Bidcock. © Het Nieuwsblad

Pidcock: “Radersi le gambe e tagliare le unghie”.

Tom Pidcock (INEOS Grenadiers) è pronto. Mi sento bene per oggi. Mi sono rasato le gambe e mi sono tagliato le unghie. Mercoledì sono stato bravo ma questo mi ha dato fiducia per la giornata. L’assenza di Van Aert è particolarmente negativa per i tifosi belgi. Non cambierebbe davvero i piani per questa partita. Abbiamo una delle squadre più forti con Ineos e dobbiamo giocare così”.

“Mi sono alzato prima dell’allarme, quindi sono davvero emozionato. Anche l’atmosfera nel bus della squadra era bella. Non ci sarà molta attesa in questa gara, non lo si vede quasi in questi giorni. È importante pensare al futuro “Possiamo avere una squadra migliore in generale, ma ci sono ancora squadre che hanno alcuni dei migliori favoriti. Matthew è il favorito per me, è stato in grado di prepararsi molto bene ed è in ottima forma. Sono stato solo in un vero gara, quindi non so che aspetto abbia davvero. Cosa è possibile per la nostra squadra? Vincere ovviamente. Possiamo giocare fuori dalla nostra latitudine. Senza Wout? Questo è particolarmente sfortunato per i belgi lungo il percorso. Wout è stato molto fortunato ultimamente, e ora tocca a lui sembrare sfortunato”.

RVV – Kasper Asgreen. © Het Nieuwsblad

Asgreen: “Dobbiamo diventare più intelligenti”

Kasper Asgreen (Quick-Step – Alpha Vinyl Team) desidera ripetere la vittoria dell’anno scorso. “È bello iniziare con la maglia numero uno, soprattutto con i tifosi che sono tornati in strada. È un po’ diverso rispetto agli anni precedenti. Dobbiamo essere più intelligenti quest’anno e assicurarci di non colmare le lacune. Il il torneo mostrerà qual è il nostro piano, ma non te lo dico ora. Nessuno di Van Aert cambierà molto la gara, faremo la maggior parte delle cose come previsto. Cambierà le dinamiche del percorso. Spero di avevo le gambe l’anno scorso. La forma c’è già. Sono felice dove sono. Mathieu è sicuramente uno dei migliori candidati oggi”.

Il suo compagno di squadra Yves Lambert sottolinea che ci saranno poche tattiche perché la gara è così dura. “Dobbiamo sempre mandare qualcuno con noi. Il mio aspetto sta diventando più grande ma potrebbe essere migliore. Tocca a Casper (Asgreen) o Florian (Sencial) finirlo più tardi”.

RVV – Tim DeClerk. © Het Nieuwsblad

Tim Declercq è ancora pronto per il round, nonostante tutti i problemi cardiaci di inizio primavera. “Se me lo avessi detto dopo quelle tre settimane di riposo, non ti avrei creduto. Non sono al cento per cento, ma spero di essere abbastanza bravo da essere un valore aggiunto per la squadra. Siamo un po’ più in basso del solito, ma siamo felici di assumerci la nostra responsabilità e il vincitore in uscita con Asgreen. È decisamente in aumento e c’è sicuramente una possibilità per finirlo. Abbiamo avuto molte disgrazie e malattie e molte persone dimenticano rapidamente quello. Il mondo del ciclismo è duro in questo senso. Speriamo che l’ultima gara sia molto bella. Infatti nessun Van ha cambiato molto Aert. Jumbo-Visma avrebbe potuto controllare tutto il resto, e ora dobbiamo metterci i piedi accanto a loro e Alpecin-Fenix.”

RVV – Jasper Stoen. © Het Nieuwsblad

Jasper Stuyven: “Tutte queste domande su Wout, per favore!”

La guardia Stuyven sopra all’inizio dell’intervista ha spiegato molto. “Vorrei firmare per un posto migliore rispetto allo scorso anno (4a edizione). Non ho avuto la preparazione perfetta come molti. Ma ripeto: come molti. C’è molto nella stessa barca. Penso che Ronde sia forte basta: troverai il tuo posto automaticamente. Ti aspetti solo la finale , quindi sei effettivamente in testa alla finale. Qui puoi fare un piano, ma anche la flessibilità per adattarti a scenari mutevoli. Penso che Mathieu sia il favorito e ami correre . Ha anche molte cartucce. Sei il primo a non menzionare Wout: congratulazioni (Lui ride

RVV – Greg Van Avermaet. © Het Nieuwsblad

Van Avermaet: “Può dipingere la pista”

“Di certo non sono male. Sto crescendo partita dopo partita e sono fiducioso. Mantenermi in forma e non ammalarmi: questa è stata la cosa principale in queste ultime settimane. Finalmente ho ottenuto un posto alla porta dei Dwars Vlaanderen. Ho sono stato fuori pista un certo numero di gare. Non sono nella forma di alcuni dei favoriti, ma posso colorare la gara. Prova al momento giusto e poi posso andare lontano, soprattutto a Ronde. Senza Wout, una squadra in meno avrà il controllo, la gara si aprirà di più. Per noi è importante essere in competizione. Non è stato così nelle ultime settimane. Speriamo di poter colorare un tour così bello.

RVV – Victor Campinarts. © Het Nieuwsblad

Campenaerts .. buon divertimento

Campenaerts è diventato improvvisamente uno dei preferiti nell’ombra. “Non credo che la distanza sarebbe la mia alleata, ma ho delle buone gambe e nessuno ha paura di nessuno. Non vedo un solo pilota notevolmente migliore di me. Ho la sensazione di essere forte come Van der Poel o Pogacar, sì. Voglio fare in modo che la mia competizione corrisponda agli uomini forti. Ho vinto. Matthew in Dwars Door Vlaanderen in modo ragionevole, ma non ha mai fatto nulla che ci facesse dire “Wow!” Pensi questo di me? Sì (sorridente† Le mie gambe avrebbero potuto essere un po’ meglio nell’Omloop, dove sono caduto. Mi piace davvero questa fantastica atmosfera. Sono nato ad Anversa e vivo a Javier, non lontano dalla fine. Questo è speciale. Soprattutto perché nemmeno la scorsa settimana non mi aspettavo di essere tra i favoriti del Giro delle Fiandre”.

RVV – Florian Vermeersch. © Het Nieuwsblad

Florian Vermeersch ha mostrato il corno dei Vichinghi. “È divertente, un cenno al pastore. Da qui il piccolo atto davanti alle telecamere. †Battute di trombaNon è davvero così impressionante, ma con un microfono puoi fare molto di più (Lui ride† La lunga distanza non mi spaventa, ce la posso fare. Spero di poter seguire un percorso offensivo. All’inizio potresti voler prestare attenzione a saltare in un gruppo numeroso, ma è normale. Voglio attaccare un po’ prima, sì. Aspettare Oude Kwaremont e poi seguire i pezzi grossi: sarebbe dura per me. Quasi come l’intero pacchetto. Cercherò di cercare opportunità in anticipo. Ecco la cosa bella: posso correre con una mente aperta. Sarei soddisfatto se potessi svolgere un ruolo significativo e lasciare il segno. Se esco molto prima della fine, ma riesco a guidare una pista attraente, sarò soddisfatto anche io”.

RVV – Anthony Torges. © Het Nieuwsblad

Torgues: “Aspettatevi una grande guerra”

Anthony Torgues è la tonalità preferita di TotalEnergies. “Molto è possibile in un giorno come oggi. Senza Wout ci sono più opportunità per noi, ma la gara sarà più aperta. Sarà una grande guerra e meno controllo. Non c’è uno scenario ideale per me: si tratta sempre di ricerca tra risparmio energetico e prezzi dinamici, Mathieu è il favorito, sì, è uno dei big all’inizio e tornerà in azione al momento opportuno”.

RVV – Alexander Kristof. © Het Nieuwsblad

Kristoff: “Tutto è possibile per me, se sono fortunato”

Alexandre Christophe si è trasferito a Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux, che la scorsa settimana era sorprendentemente di buon umore. “È passato un po’ di tempo da quando ho vinto, ma due anni fa ero ancora sul podio. Tutto è possibile per me, ma ci deve essere fortuna. Il mio obiettivo è entrare nella top ten”.

RVV – Mathijs Paasschens. © Het Nieuwsblad

Paasschens: “Inizia con uno stomaco più leggero”

L’attaccante alternativo, anche in questo turno, è Matthijs Bashins. “Il nostro obiettivo è avere un maschio all’inizio della corsa. Il successo dietro è saltare con diversi corridori: in questo modo puoi dividere le forze nella squadra. Spero sicuramente che la corsa duri a lungo, ma sempre di più le persone corrono presto. Non sarà così grande controllo, perché nessuna squadra vera e propria può permettersi di correre. Questo può essere sia negativo che positivo: o il prezzo si apre in anticipo o la corsa ottiene molto spazio perché c’è da aspettare per vedi. Come attaccante provi a fare una colazione leggera come Mathieu van der Poel , che deve lavorare più tardi. Dobbiamo iniziare con uno stomaco più leggero. Voglio assolutamente finire questa Ronde, è una versione più lunga rispetto agli altri anni. l’opzione migliore è quella di andare in quella pausa anticipata e poi finire la gara”.

READ  Dieci giocatori dell'Arsenal tengono sotto scacco il Liverpool ad Anfield | Coppa Carabao 2021/2022