QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Console vs PC: cosa preferiscono i gamer

A cavallo tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, quando la scelta obbligata era il Commodore 64, non ci si poneva il quesito su quale strumento prediligere per intrattenersi con i videogame. Una tastiera e un joystick erano i soli accessori che si potevano utilizzare per giocare con il computer. Le innovazioni tecnologiche e l’avvento delle console hanno gradualmente cambiato l’approccio dei gamer verso il loro passatempo preferito, sebbene siano ancora in tanti a prediligere il PC per diversi motivi. Questo ovviamente non ha impedito al mercato delle console, e dei relativi giochi, di crescere a dismisura; anzi, con l’aumentare della concorrenza è progressivamente cresciuto anche il livello di questi strumenti e la corsa a chi presenta negli anni modelli sempre più all’avanguardia, con PlayStation e Xbox avanti su tutti gli altri competitor.

Perché allora in molti preferiscono ancora giocare usando il computer? Le ragioni sono davvero molteplici e tutte assolutamente condivisibili. Partiamo dal presupposto che quasi tutti, al giorno d’oggi, possiedono un PC, e quindi uno strumento che da solo svolge numerose funzioni senza il bisogno di dover acquistare altri apparecchi. Il primo motivo è quindi di carattere economico, soprattutto se si tiene conto del fatto che, a parità di prestazioni e resa grafica, il computer risulta essere comunque più abbordabile di qualunque console si trovi in commercio; alcuni hardware garantiscono addirittura performance migliori di quelle ottenute con PlayStation o Xbox. Inoltre, nonostante alcune consentano di giocare online in modo gratuito, i videogame per computer risultano essere decisamente più economici di quelli per console, che vengono infatti spesso acquistati sfruttando le offerte e le occasioni particolari messe a disposizione dagli sviluppatori.

READ  Queste le selezioni belghe per il ciclismo agli Europei in Italia

Da non sottovalutare anche la versatilità e la potenza di un PC, che sono del tutto personalizzabili. Quando una console raggiunge un certo numero di anni va infatti necessariamente sostituita con la versione più moderna e aggiornata, sul computer si può invece intervenire direttamente, cambiando o aggiungendo qualche componente che fa la differenza. Ovviamente questo aspetto, soprattutto per chi non è particolarmente avvezzo a mettere le mani su processore o altri elementi, è anche il motivo per cui si possa preferire la console, dal momento che non richiede aggiornamenti, è semplice da usare e, quando ha fatto il suo tempo, si può tranquillamente rimpiazzare con la nuova versione, lasciando che facciano tutto gli altri, insomma. Alla fine molto dipende dal budget e da quanto si è disposti a investire per giocare ai massimi livelli. Da non sottovalutare c’è anche l’aspetto legato a internet e alla facilità e gratuità con cui è possibile avere accesso a centinaia di giochi. In questi ultimi anni, grande successo è stato riscontrato anche da quelle piattaforme web che consentono di giocare direttamente online, sia da computer che da smartphone, o attraverso le applicazioni proprietarie; tre esempi su tutti: Chess.com, per gli amanti degli scacchi, PokerStars Casino per chi predilige i giochi da casinò e Sudoku.com per gli appassionati dei rompicapo.

Un’argomentazione pro computer, o in generale a favore di tutti quegli strumenti che consentono di accedere a internet, è quindi legata alla possibilità di usare comodamente un dispositivo come il tablet, o anche lo smartphone, per giocare in qualunque situazione e ovunque ci si trovi. Ci si accontenta di prestazioni meno elevate, certo, ma non è necessario collegare cavi e possedere una TV per intrattenersi con i giochi preferiti. La console necessita di una postazione specifica e quindi riduce l’eventualità di usufruirne in ogni momento. Naturalmente, preso atto dei vari pro e contro e definito quali possono essere i vantaggi di uno piuttosto che dell’altra, scegliere cosa sia migliore tra PC e console dipende, alla fin fine, anche dai gusti personali di ogni giocatore e dalle disponibilità economiche e temporali che si hanno. C’è infatti chi dedica al gioco momenti ben definiti della giornata o della settimana e non ha bisogno di averlo sempre a disposizione, proprio perché ama ritagliarsi quel tempo per mettersi in postazione e immergersi totalmente in quella esperienza. Sono scelte, insomma, che dipendono da molteplici fattori e che cambiano da persona a persona.

READ  Più italiani di loro non cercano lavoro