QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Critica tedesca alle compagnie petrolifere per l’evaporazione dei tagli fiscali | Economia

Nonostante la significativa riduzione dei canoni di produzione, i prezzi della benzina in Germania hanno ricominciato a salire. Ciò è criticato dai politici tedeschi che credono che l’abolizione delle tasse dovrebbe avvantaggiare i cittadini comuni e non ha lo scopo di aumentare i profitti delle compagnie petrolifere. Tuttavia, il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha difeso il taglio, dicendo che il prezzo della benzina e del diesel sarebbe più alto senza eliminare i costi di produzione.

I partiti della coalizione SPD e Die Grünen non sono particolarmente soddisfatti. Credono che il cosiddetto “Tankrabtt” non sia abbastanza evidente alla pompa. “Lo sconto è per i passeggeri, non per le compagnie petrolifere multinazionali”, ha affermato il leader dell’SPD Lars Klingbeil. La sua collega Ricada Lange di De Groenen ritiene che l’abbassamento delle accise non aiuti abbastanza i cittadini. Tuttavia, rimane dietro le politiche che il suo partito ha concordato con l’SPD e l’FDP.

Verdi e socialdemocratici vorrebbero che le compagnie petrolifere e del gas pagassero tasse aggiuntive sui maggiori profitti generati dall’aumento dei prezzi dei combustibili fossili. Tuttavia, per Lindner, dell’FDP liberale, questa non è un’opzione. Pertanto, le discussioni su questo argomento sono ancora in corso all’interno della coalizione. Tale imposta aggiuntiva sarà un’ulteriore fonte di reddito per Berlino ora che l’accisa è stata annullata a causa della riduzione temporanea.

le misure

Il ministro dell’Economia Robert Habeck di De Groene ha minacciato le compagnie petrolifere e del gas con un’azione drastica durante il fine settimana. Vuole inasprire le regole di concorrenza e possibilmente smantellare le società se hanno un potere di mercato significativo. Dovrebbe anche diventare più facile confiscare i profitti illeciti.

READ  Osare cambiare il testo dell'informativa sulla privacy dopo le critiche alla raccolta dei dati - IT Pro - Notizie

Nei Paesi Bassi il governo ha abbassato le accise prima che in Germania, ma gli effetti di ciò sono svaniti anche a causa dell’aumento del prezzo del petrolio e del deprezzamento dell’euro rispetto al dollaro. La scorsa settimana è stato raggiunto un nuovo record appena sopra i 2,50 euro al litro da 95 euro (E10). Per inciso, ci sono state critiche anche nei Paesi Bassi per l’abbassamento delle accise perché a vantaggio di tutti e non solo delle persone più colpite dall’aumento dei prezzi del carburante.